260€ 305€ 105€
160€ 100€ 505€ + 10%

3 Settembre 1892: per Everton e Nottingham Forest un giorno storico

Bottadiculo

Quando si pensa al 3 settembre, la mente di ogni sportivo va ad una ricorrenza purtroppo molto triste: la morte di Gaetano Scirea, bandiera della Juventus e della Nazionale, deceduto il 3 settembre 1989 in un incidente stradale in Polonia, nei pressi di Babsk, dopo aver visionato un incontro del Gornik Zabrze, avversario dei bianconeri in Coppa UEFA.

Tuttavia, il 3 settembre è l’anniversario di un’altra data particolare nella storia del calcio: 124 anni fa, infatti, il Nottingham Forest disputava la sua prima partita di calcio in Football League, che proprio nel 1892 assorbì la rivale Football Alliance dando vita alla First Division e alla Second Division.

La prima sfida per gli storici biancorossi inglesi fu sul campo dell’Everton. Anche i ‘Toffeemen’ attendevano la partita con grande emozione: si trattava infatti del primo match al Goodison Park, il nuovo impianto scelto dall’Everton per le gare casalinghe. In pochi sanno che l’Everton giocò nei primi anni della sua esistenza ad Anfield Road, il terreno che successivamente divenne dei rivali del Liverpool: ma nel 1892 il proprietario di Anfield decise di aumentare di più del doppio l’affitto. La risposta dell’Everton fu netta: ce ne andiamo. E neanche troppo lontano, dato che Goodison Park si trova a poca distanza da Anfield (basta attraversare Stanley Park, ndr). Furono montate in fretta e in furia tre tribune (di cui una coperta, il Main Stand) per permettere la disputa del primo incontro di campionato contro il Nottingham Forest.

In 14.000 accorsero al Goodison Park il 3 settembre 1892 per assistere a quella che sarebbe diventata una giornata memorabile per la storia di entrambi i club: da un lato la prima sfida nel nuovo impianto, dall’altro l’esordio in First Division.

La partita, disputatasi alle quattro di pomeriggio, non tradì le aspettative: i due team, nonostante una pioggia battente, si sfidarono a viso aperto. Il match terminò 2-2 con le reti di Fred Geary e Alfred Milward per i “Toffeemen” e di Pike e Higgins per il “Forest”.

Il campionato lo vinse il Sunderland del cannoniere Johnny Campbell (31 reti): l’Everton chiuse al terzo posto, mentre il Nottingham Forest si classificò decimo, facendosi valere nonostante l’inesperienza. Il “Forest” si tolse anche la grande soddisfazione di arrivare davanti agli acerrimi rivali del Notts County, che conclusero il torneo al 14esimo posto con soli 24 punti e retrocessero in Second Division insieme all’Accrington. In campionato una vittoria a testa: 3-0 per il Notts County all’andata, 3-1 per il Forest al ritorno.

L’Everton gioca ancora oggi al Goodison Park, che ora ha una capienza di 40.157 posti a sedere. La casa dei Bleus ospitò anche tre match del mondiale 1966: in particolare, va ricordato lo spettacolare quarto di finale tra Portogallo e Corea del Nord, terminato 5-3 per i lusitani di Eusebio.

Il Nottingham Forest è lontano parente di quello che fece impazzire l’Europa a cavallo tra gli anni ’70 e gli anni ’80, vincendo due Coppe dei Campioni consecutive. Oggi, i biancorossi navigano in Championship (la serie B inglese) dopo aver subito anche l’umiliazione della retrocessione in terza serie (unico team campione d’Europa a finire in Serie C, ndr). La partenza è stata buona: 9 punti in 5 partite hanno proiettato il Nottingham Forest in zona promozione. Chissà che non sia l’anno buono per riconquistare quella Premier che dalle parti del City Ground manca addirittura da 17 anni.

Stanco di perdere?
Crea le tue Schedine utilizzando la prima statistica al mondo sui risultati legati alle QUOTE. Inizia a piazzare la tua giocata seguendo il metodo del banco ed aumenta la tua possibilità di vincere! PROVA GRATIS
Send this to a friend