Contatti - Pubblicità - Collabora con noi - Privacy Policy - Cookie Policy

Miglior Bonus della settimana: BETTER 10€ + 400€

Chi ha inventato il calcio?

football
GoldBet

Il calcio è uno sport estremamente popolare. Se un tempo a praticarlo con successo erano soprattutto europei e sudamericani, oggi si può dire che siano pochi i Paesi dove esso non è tra le discipline sportive principali.

Proprio per questo sarebbe quindi importante porsi una domanda ben precisa, in grado di affermare la verità storica sulla sua nascita: chi ha inventato il calcio?

In principio fu la Cina

Quante volte capita di sentire che gli italiani non possono fare a meno di un pallone, ovunque si trovino. Forse è vero, ma per molti popoli si potrebbe dire la stessa cosa, considerato che la prima disciplina sportiva implicante l’uso di una sfera, in questo caso ripiena di capelli femminili o piume è segnalata già nella Cina dell’XI secolo avanti Cristo. Il Tsu-chu (questo il nome del gioco), prevedeva in effetti il dover infilare il pallone in una porta costruita coi bambù e può essere considerato a tutti gli effetti una sorta di antesignano del calcio odierno.

I giochi con la palla, che passione!

Una variante del Tsu-chu viene invece segnalata in Giappone 600 anni dopo, con il nome di Kemari, e il fatto che la palla non potesse toccare terra fa ritenere che in questo caso si possa invece parlare di calcio tennis.

Nello stesso periodo, però, anche il bacino del Mediterraneo era stato conquistato dalla palla, in questo caso di cuoio e riempita di lana e piccoli semi, come risulta anche nell’Odissea, anche se non è dato sapere le modalità del gioco. A Roma, comunque, si potevano usare sia le mani che i piedi, ragione che spinge ad escludere l’Harpastum dal novero dei possibili progenitori del calcio.

Il calcio fiorentino

Nei secoli a seguire giochi con la palla sono segnalati in molte parti del vecchio continente, ma quello che ebbe maggiore successo, esacerbando spesso gli animi, fu il calcio fiorentino, una sorta di rissa con la palla che assomigliava più ad un incontro di lotta libera che al vero e proprio football. L’importante non era fare punto, quanto riuscire magari a provocare più danni possibili all’avversario.

Finalmente il football

Insomma, per tornare a vedere calcio vero bisognerà attendere il 1857 e la fondazione dello Sheffield Football Club, con la successiva codifica del regolamento, nella stessa città. Chissà che nel fissare le regole del calcio, gli inglesi non si siano ricordati di quei cinesi che avevano indicato la strada quasi tre millenni prima…

SEGUI BOTTADICULO SU FACEBOOK     
Ti è piaciuto l’articolo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
Correzioni, suggerimenti o commenti? Contattaci

Send this to a friend