100€ 130% 50€ + 20% su ogni deposito
_50€ 215€ 305€

Come guadagnare portando clienti a bookmakers e casinò online

Betaffiliation

Le scommesse e il gioco online sono ormai una realtà consolidata nel nostro Paese. Ove secondo le statistiche proprio nel corso di quest’anno dovrebbe essere stato abbattuto un traguardo storico, quello del miliardo di euro di fatturato da parte dei siti che le propongono sul web.

Una crescita la quale prosegue inarrestabile, senza apparenti ostacoli e facilitata dal fatto che ormai i dispositivi per la mobilità sono adoperati praticamente da tutti. Diventando una sorta di passatempo nei momenti in cui si riesce ad avere un momento di relax. Che molti utilizzano scommettendo o giocando con i casinò predisposti dagli stessi operatori del betting.

E’ possibile guadagnare con un sito o con un blog?

Una tendenza, quella alla crescita del giro di affari dei siti di betting e gambling, la quale è in grado di produrre ricchezza non solo per le piattaforme in questione, ma anche per altre realtà che operano su Internet. Il riferimento è ai tanti siti che popolano il web, cercando di proporre contenuti interessanti ai propri utenti. Siti che molto spesso sono in grado di collezionare numeri importanti in fatto di audience, frutto di sforzi incessanti. Tali da comportare una spesa notevole sia in termini finanziari che di tempo.

I quali, però, troppo spesso vengono vanificati da una serie di strozzature che impediscono ai loro gestori di trarre profitto dalla propria creazione.

Basta in effetti provare a fare un rapido giro di orizzonte sulla rete per palpare con mano lo scontento di chi si attendeva una maggiore attenzione da parte del mercato verso il proprio sito. La quale, con tutta evidenza, non è stata incrociata. Anche perché troppo spesso sui siti si continua a proporre un genere di pubblicità la quale, in definitiva, porta il guadagno vero alle sole concessionarie di advertising. Lasciando invece le briciole a chi accetta di metterne i banner e i links sul proprio sito. Eppure, guadagnare è possibile. A patto di operare la scelta giusta.

L’affiliation marketing è la strada giusta?

Nel corso degli ultimi anni, si è andato affermando un nuovo modo di fare marketing sul web. Il quale punta a stabilire una connessione diretta tra il mondo del betting e i gestori dei siti, senza dover passare da una concessionaria pubblicitaria. Stiamo parlando dell’affiliation marketing, una formula che bypassa gli intermediari permettendo a chi gestisce un sito o un blog di veder ripagati i propri sforzi per cercare di proporre in continuazione contenuti interessanti per i propri utenti.

In cosa consiste questa nuova pratica commerciale? In pratica si tratta di una strategia di marketing la quale prevede l’inserimento di link su siti giudicati interessanti, cliccando i quali gli utenti vengono indirizzati ai siti dei bookmakers. Una nuova pratica che è in grado di accordare vantaggi ad entrambe le parti interessate. Quella del bookie è del tutto evidente, ovvero il contatto con nuovi utenti che possono essere interessati ai suoi palinsesti in tema di scommesse sportive e giochi da casinò. Ma quali sono i vantaggi per il gestore del sito? Andiamo a vederli nel dettaglio.

I vantaggi dell’affiliation marketing per i gestori dei siti

Il vantaggio che ne può trarre il gestore del sito nel posizionare un link alla piattaforma di betting consiste in una retribuzione la cui entità viene fissata in sede contrattuale. Di cui potrà godere nel caso in cui  un utente dello stesso sito dia vita all’azione indicata dalla piattaforma, ovvero la registrazione alla stessa e il versamento del primo deposito una volta aperto il conto gioco. In cambio di questa azione il bookmaker è disposto a riconoscere alla controparte provvigioni, le quali possono prendere due forme: revenue share o cost per action (CPA).

Per revenue share si intende una percentuale fissa sui ricavi ricavati dal bookie su ogni singolo giocatore che è stato iscritto passando dal sito affiliato. Di solito la cifra di cui si parla si va situare in una forbice compresa tra il 20 e il 40%. Di cui il gestore del sito affiliato godrà fino allo spirare del rapporto tra il giocatore e la piattaforma.

Il cost per action è invece il prezzo pagato dal bookmaker per ogni nuovo cliente ottenuto, il quale abbia concluso l’azione indicata sopra. In questo caso si tratta di una tantum, ovvero una cifra la quale viene corrisposta una sola volta. In molti casi, però, i bookmaker e programmi di affiliazione scommesse mettono in campo una formula mista, compensando l’affiliato sia con la revenue share, in una percentuale minore, sia con il cost per action.

Scegliere bene per guadagnare realmente

Spiegato cosa sia l’affiliate marketing, occorre a questo punto precisare che anche in questo caso bisogna scegliere con cognizione di causa, se non si vuole restare nuovamente delusi. E tra le piattaforme che sono in grado di regalare soddisfazioni agli affiliati, segnaliamo in particolare due nomi.

Il primo è Betaffiliation, il quale riesce a calamitare consensi grazie ad una proposta che mette insieme commissioni che sono le più alte sul mercato, la presenza di una piattaforma estremamente intuitiva, la puntualità nei pagamenti e la possibilità di avere a propria disposizione un affiliate manager dedicato, il quale affianca l’affiliato guidandolo al meglio verso il desiderato guadagno. In pratica, ogni giocatore che si iscrive effettuando il primo deposito porta in dote al sito affiliato  una provvigione. La quale può variare sulla base di quanto disposto a livello contrattuale. Le provvigioni sono disposte in scaglioni che tendono ad alzarsi con la capacità dei siti affiliati di generare traffico.

La seconda soluzione in grado di regalare risultati all’altezza delle aspettative è rappresentata da Pepegol. Operatore che fonda il suo appeal su revenue share tra le più elevate in assoluto e sulla concreta possibilità di controllare al meglio i volumi di traffico generati. Cui si aggiunge un palinsesto in grado di proporre sempre nuovi motivi di attrazione agli iscritti. Un fattore assolutamente dirimente, in quanto in tale modo è possibile fidelizzare utenti che altrimenti potrebbero trasmigrare verso altre piattaforme, vanificando il lavoro fatto in precedenza. Proprio le caratteristiche ricordate stanno permettendo a Pepegol di ritagliarsi un ruolo sempre più ampio in un settore destinato a proseguire ancora a lungo la sua crescita.

Send this to a friend