Contatti - Pubblicità - Collabora con noi - Privacy e Cookie Policy - Disattiva Notifiche Push

Facebook Iscriviti GRATIS al nuovo gruppo Facebook Consigli Fantacalcio →

Consigli Asta Fantacalcio: i Difensori da comprare nel mercato di riparazione

Andrea Conti, Milan

Il mercato invernale è ormai chiuso, ma ora è il momento di correre ai ripari per quanto riguarda il Fantacalcio. Uno dei ruoli chiave rimane quello del difensore, anche per via del modificatore della difesa. Ricordiamo infatti che molte leghe hanno deciso di aumentare i bonus in base al voto complessivo del pacchetto arretrato.

Tutti i ruoli sono importanti per poter vincere a questo gioco, ma ovviamente il difensore può dare una mano in più: gol o assist, alcuni calciano anche dal dischetto come i colleghi attaccanti. Ecco dunque quali sono i difensori da comprare nel mercato di riparazione.

Consigli Asta Fantacalcio: come scegliere un difensore

Prima di capire quali sono i difensori da comprare nel mercato di riparazione è bene analizzare al meglio il criterio di scelta. Un difensore deve essere sicuramente costante nel rendimento, ma deve anche prendere pochi malus: essendo un ruolo chiave si rischiano sempre cartellini o svarioni difensivi che possono risultare decisivi. Ovviamente non guastano gli esterni, in grado di poter fornire assist, ma soprattutto chi riesce anche a piazzare qualche gol decisivo. Un bel bonus da un difensore può dare una svolta ad una giornata o all’intero campionato.

Non è detto che i difensori migliori siano anche quelli delle squadre più forti. Molti giocatori di squadre meno blasonate portano a casa stagioni e medie voto che possono fare davvero comodo ai fantallenatori. Ecco dunque quali sono i difensori che possono essere acquistati durante l’asta di riparazione.

Consigli Asta Fantacalcio: i difensori da comprare nel mercato di riparazione

In questa lista abbiamo escluso i difensori più blasonati, che spesso vengono presi ad inizio stagione. Non solo nuovi acquisti, ma anche qualche giocatore che sta giocando bene e che è passato inosservato durante la prima asta. Ecco i nostri consigli, suddivisi per squadra:

  • Toloi (Atalanta): chi guarda le partite della Dea sa benissimo l’importanza di questo giocatore. Spesso si spinge in avanti, fino al limite dell’area di rigore: un modo di giocare che premia la fisicità e anche un discreto fiuto per il gol. Un bell’affare, anche se sarà uno dei più richiesti.
  • Mancini (Atalanta): un metro e novanta e ben 5 gol. Alcuni attaccanti non hanno minimamente sfiorato le medie del centrale atalantino. Se qualcuno non lo ha scelto ad agosto, ora è il momento di dare il via all’asta per un vero gioiellino azzurro.
  • Castagne (Atalanta): gli esterni nello scacchiere del Gasp sono fondamentali e lo abbiamo visto spesso in area avversaria. Assist o gol, un bel po’ di bonus li porta sempre a casa.
  • Lyanco (Bologna): non ha giocato moltissimo fino a questo momento, ma Mihajlovic potrebbe rilanciarlo. Promessa ancora non mantenuta, ma la nuova dimensione felsinea potrebbe dargli una bella maglia da titolare.
  • Romagna (Cagliari): una delle rivelazioni dei sardi, gioca bene e ha una buona media voto. Ricordiamo che i rossoblù, nonostante la posizione di classifica, non subiscono tantissimi gol.
  • Srna (Cagliari): esperienza e qualità, a parte qualche malus (come il rosso contro la Roma) può dare le sue soddisfazioni. Inoltre inizia un periodo in cui giocatori simili escono sempre fuori. In positivo.
  • Ceppitelli (Cagliari): anche lui ha sorpreso gli addetti ai lavori e tutto può ancora succedere. Sta giocando una buonissima stagione. Non ha ancora segnato, ma può arrivare anche il suo momento.
  • Andreolli (Chievo): non segna molto e non ha giocato tanto in questa stagione. Sarà una vera scommessa, ma può fare bene e può prendersi una maglia da titolare. Come ottavo difensore è una scelta più che ponderata.
  • Rasmussen (Empoli): anche questa può essere un’alternativa a basso costo, ma soltanto se non sapete più chi comprare. Una discreta soluzione, soprattutto a gennaio.
  • Biraghi (Fiorentina): se non è andato già via nella prima asta può essere un’ottima soluzione. Quantità e qualità, spesso si occupa anche dei calci piazzati.
  • Milenkovic (Fiorentina): sulla corsia destra la viola si è affidata al serbo. Due gol in 19 partite, mica male per un esterno basso. Qualche malus arriva ma è un buon affare per l’asta di riparazione.
  • Simic (Frosinone): nel Milan non ha trovato spazio nemmeno con l’emergenza difesa. In maglia ciociara può ritagliarsi un posto da titolare. Pochi gol (anche se nulla è scritto a priori), ma potrebbe essere molto costante.
  • Romero (Genoa): una vera e propria rivelazione, quasi nessuno ci aveva pensato ad inizio stagione. Anche la Juventus si è mossa in maniera preventiva, dunque i presupposti ci sono tutti. La prima parte di stagione è andata bene, la seconda può andare ancora meglio.
  • Biraschi (Genoa): un altro giocatore che potrebbe far scattare un’asta selvaggia. Se non è andato via in estate, può creare belle trattative adesso.
  • Cedric (Inter): un’incognita, anche perché arriva da un altro campionato. Può fare bene e non è assolutamente uno scarto, in campo internazionale ha collezionato 33 presenze ed un Europeo con il Portogallo. Una bella scommessa, soprattutto per chi cerca assist e bonus.
  • Caceres (Juventus): caro vecchio Martin. Torna alla Juventus dove ha regalato più di qualche gioia ai tifosi bianconeri e ai fantallenatori: sui calci d’angolo è uno che può fare sempre male. Qualche svarione difensivo lo ha sempre sfoderato, ma può essere una riserva di lusso.
  • Luiz Felipe (Lazio): ha lavorato bene e ha conquistato la fiducia di mister Inzaghi. È un titolare e nella difesa a tre non è assolutamente un elemento da scartare. Pochi gol rispetto ad altri, ma anche pochi malus.
  • Conti (Milan): può essere la sua svolta in rossonero? Al momento Gattuso non lo ha schierato moltissimo, complice anche la forma fisica. Ma uno simile può fare male. E nella seconda parte di campionato potrebbe dare una svolta alla sua stagione.
  • Zapata (Milan): spesso viene scelto subito, visto che comunque è sinonimo di affidabilità. Se è libero non fatevelo scappare, un difensore così costante non si vede spesso.
  • Malcuit (Napoli): ha iniziato in punta di piedi e Ancelotti lo sta utilizzando spesso. Un buon difensore in grado anche di aiutare in fase offensiva.
  • Bastoni (Parma): media voto sufficiente, pochi gol presi dal Parma e un interessante prospetto in chiave futura. Titolare, costante e un solo giallo rimediato fino a questo momento.
  • Karsdorp (Roma): la difesa giallorossa è quella che ha deluso un po’ tutti. Rispetto le medie della scorsa stagione, soltanto Kolarov sta facendo bene. Ma essendo un centrocampista aggiunto difficilmente sarà libero. Vi consigliamo il dirimpettaio che, vista la condizione di Florenzi, potrebbe trovare molto spazio in questa seconda parte di campionato.
  • Andersen (Sampdoria): un pochino “cattivello”  (una media di un giallo ogni quattro gare), ma un bel difensore, roccioso e con una buona media voto. Se è libero prendetelo, anche come quinto o sesto elemento da schierare.
  • Rogerio (Sassuolo): non sta facendo benissimo rispetto lo scorso anno, ma anche la sua media voto può dare una mano. Nelle giornate sì può portare a casa anche un bel 6.5.
  • Regini (Spal): zero presenze quest’anno, è sparito un pochino dai radar. Ma il cambio di maglia può fare bene. Una scommessa anche lui, ma da non sottovalutare.
  • Djidji (Torino): con il suo nome aveva fatto sorridere un pochino tutti, ma si è conquistato la fiducia sul campo. Ora è uno dei fedelissimi e ha risposto a suon di prestazioni. Un bell’acquisto, che potrebbe andare via anche a poco.
  • Ola Aina (Torino): un’altra rivelazione made in Toro. Gioca, corre, si inserisce ed è sempre uno dei migliori in campo. Grandissimo impatto, può essere un’ottima soluzione.
  • Izzo (Torino): a Torino sembra aver trovato la sua dimensione. Segna (e nemmeno poco) e a parte qualche giornata no è sempre tra i top. Una garanzia.
  • De Maio (Udinese): un’altra scommessa, a Bologna non ha mai trovato molto spazio. Ma di testa è sempre pericoloso e forse ad Udine può trovare la continuità che serve.
Leggi anche

✏️ E tu cosa ne pensi? Scrivi la tua opinione nei commenti!

Il miglior gruppo Facebook dedicato al Fantacalcio ⚽️

⚠️ Hai dubbi sulla formazione da schierare o sui giocatori da comprare all’asta? Unisciti al nostro nuovo gruppo Facebook, una community di appassionati ti aiuterà a fare le scelte giuste!
Ti è piaciuto l’articolo?
[Voti: 5    Media Voto: 5/5]

Send this to a friend