100€ 130% 50€ + 20% su ogni deposito
155€ 515€ 305€

Consigli Fantacalcio 28ª Giornata: i Giocatori da Schierare e Quelli da Evitare

Bottadiculo

Turno di Serie A anticipato di un giorno per la partita tra Juve e Milan, in una giornata di campionato che sarà spalmata su quattro giorni (si concluderà lunedì sera con il posticipo tra Lazio e Torino). Diventa quindi complicato per i fantallenatori impostare l’undici titolare da inserire entro venerdì, con l’incognita di vedere stravolte le probabili formazioni in partite che si svolgeranno a distanza di due giorni. Ecco quindi una selezione dei possibili giocatori in grado di far lievitare la media punti delle squadre al Fantacalcio, in un momento cruciale dei tornei, in cui la classifica si sta snodando in maniera decisiva per l’assegnazione dei premi finali.

Attenzione: i consigli che trovate in questo articolo si basano sui sondaggi che facciamo ogni settimana sul nostro gruppo Facebook dedicato esclusivamente al Fantacalcio. Se volete partecipare potete iscrivervi qui. È gratis e potete uscire quando volete.

Portieri: i potenziali protagonisti e quelli a rischio di brutti voti

Up

Reina: sta disputando una buona stagione e soprattutto ha una continuità migliore rispetto alle stagioni precedenti. Nel match vinto contro la Roma è stato superlativo.

Sorrentino: l’esperto portiere clivense non smette di stupire nonostante una carta d’identità non proprio verdissima. Opposto ad uno dei reparti offensivi meno prolifici del torneo dovrebbe strappare un voto importante.

Szczesny: atteso da novanta minuti importanti per il destino dei giallorossi in chiave secondo posto, ha la fortuna di avere davanti a sé una difesa collaudata e di fronte allo stesso tempo un attacco rosanero con le polveri bagnate.

Tatarasanu: il Cagliari non sembra vivere momenti felici e dal punto di vista offensivo è piuttosto incostante. Per la Fiorentina diventa importante vincere e soprattutto non prendere gol per non vivere in salita questi novanta minuti.

Consigli: il Sassuolo ha ritrovato la quadratura tattica e contro un Bologna in caduta verticale potrebbe chiudere da imbattuto.

Handanovic: sfida cruciale quella contro l’Atalanta, visto che si tratta di un vero e proprio scontro diretto in chiave Europa. Contro la Fiorentina gli orobici hanno mostrato un certo appannamento offensivo che potrebbe favorire un Handanovic decisamente in palla.

Consigli Fantacalcio: Samir Handanovic, Inter

Down

Buffon: nonostante sia uno dei migliori interpreti del ruolo non sta vivendo una stagione esaltante, qualche gol di troppo e una difesa che con il continuo turn over potrebbe andare in sofferenza a livello di intesa, specie contro un Milan velenoso nelle ripartenze.

Berisha: questa volta l’estremo difensore bergamasco potrebbe subire un vero e proprio assalto da parte di una squadra che scoppia di salute e che ha una propensione al gol devastante.

Hart: il portiere inglese è atteso da novanta minuti di fuoco contro uno dei reparti offensivi più micidiali del massimo campionato. La difesa granata poi non entusiasma a livello tattico.

Karnezis: il Pescara di Zeman sembra condannato definitivamente alla retrocessione, ma occhio all’atteggiamento spregiudicato di una squadra che non ha nulla da perdere e che può andare in gol con facilità.

Mirante: il suo ritorno tra i pali non è coinciso con un buono stato di forma dei suoi compagni, che lo costringono agli straordinari ogni partita. Trasferta di Sassuolo a dir poco complicata per l’estremo difensore rossoblu.

Difensori: i più in forma e i meno affidabili

Up

Bonucci: tornato in pianta stabile a guidare la difesa bianconera si permette di andare in gol da centravanti di razza contro l’Udinese. Qualche indecisione nell’occasione del gol di Zapata, ma avercene di difensori del suo rango.

Koulibaly: giganteggia come pochi ai limiti della propria area di rigore, difficilissimo da superare, una certezza assoluta.

Fazio: centrale di qualità assoluta, stupisce la disinvoltura nell’uscire palla al piede e soprattutto il senso della posizione nelle situazioni più caotiche in area di rigore. Non lasci ingannare il votaccio contro il Napoli, di fronte aveva un Mertens in stato di grazia.

Acerbi: giocatore top a livello fantacalcistico, regala buoni voti e pure qualche gol. Difesa felsinea avvisata.

Widmer: esterno velocissimo e dotato di piedi educati, negli schemi di Delneri si muove con disinvoltura disarmante, diventando un’arma micidiale nelle fase di possesso.

Astori: una delle poche note positive nella stagione viola, meriterebbe piazze prestigiose e non si capisce come i club di punta non lo prendano in considerazione per le loro difese.

Dainelli: roccioso centrale difensivo, a volte legnoso nelle movenze, ma grande interprete del ruolo che fa dell’esperienza la sua arma migliore. Imbavagliare l’attacco dell’Empoli non dovrebbe essere complicato per lui.

Fantacalcio: Dario Dainelli, Chievo

Down

De Sciglio: le sirene bianconere potrebbero distrarlo, inoltre la sua stagione tra infortuni e problemi di autostima non è stata da consegnare ai posteri.

Ansaldi: disastroso il suo rendimento in nerazzurro, non ha mai convinto e sembra destinato ad un’inevitabile cessione nel mercato estivo. Il suo impiego sembra solo dovuto al tentativo di non far crollare il valore del suo cartellino.

Pasqual: ormai sul viale del tramonto, l’esterno difensivo appare in netto calo dal punto di vista agonistico, infatti i suoi proverbiali cross appartengono ad un lontano passato.

Zappacosta: sicuramente in calo rispetto alle passate stagioni nonostante un buon minutaggio nell’undici titolare. Molto timido nelle incursioni da esterno offensivo, sembra vivere una fase involutiva importante.

Centrocampisti: chi schierare e chi mettere in panchina

Up

Nainggolan: il ninja in grande spolvero anche nelle partite opache dei giallorossi, l’unico in grado di creare scompiglio nella mediana avversaria, accelerazioni devastanti e palla incollata al piede. Una splendida realtà della rosa giallorossa.

Hamsik: l’anima di questo Napoli, sempre in prima linea e pronto a battagliare in contesti tattici complicati. Il Crotone non sembra avversario in grado di arginare le sue devastanti iniziative verticali.

Candreva: non sta rendendo secondo le attese, ma potenzialmente potrebbe essere uno di quelli che sposta gli equilibri contro un avversario molto dinamico che soffre sugli esterni in maniera evidente.

Politano: Bologna alla deriva, situazione ideale per rivedere il Politano di inizio stagione.

Gagliardini: ora che si è sbloccato in fase realizzativa sembra pronto a bissare il gol contro i suoi ex compagni. Condizione psico-fisica al top per il fenomeno di scuola orobica.

Pellegrini: metronomo dal cervello fino e dai piedi educati, con Di Francesco sta maturando in maniera esponenziale.

Banega: meglio tardi che mai si potrebbe dire, il talento proveniente da Valencia ha sfoderato una prestazione maiuscola in quel di Cagliari, facendo dimenticare in parte una stagione decisamente al di sotto delle aspettative.

De Guzman: sembra aver trovato la collocazione tattica ideale dopo esperienze non brillantissime nelle passate stagioni. Bravo sia in interdizione che in fase realizzativa.

Benali: fenomenale la sua trasformazione sotto la sapiente guida di Zeman che ne esalta le caratteristiche da piccolo funambolo. Gol e assist a ripetizione per lui.

Mertens: il ruolo di falso nueve lo ha trasformato in un bomber implacabile, centrocampista che fa la fortuna dei fantallenatori.

Formazione Fantacalcio: Dries Mertens, Napoli

Down

Locatelli: dal famoso gol che ha deciso la sfida di San Siro contro la Juve ha cominciato un lento ed inesorabile declino, con errori frutto dell’inesperienza e di una maturazione ancora in corso. Bissare a Torino sarà un’impresa per lui.

Cataldi: assolutamente tra le note meno liete in casa rossoblu, il cambio di casacca non lo ha fatto esplodere, anzi sembra in netto declino.

L. Rigoni: carattere non facile da gestire, potrebbe perdere la testa in un derby sempre vissuto ai limiti della correttezza sul terreno di gioco. Ha perso in maniera importante il feeling con il gol.

Praet: talentuoso ma troppo discontinuo, voti molto bassi per lui e media gol decisamente poco brillante.

Verdi: il ragazzo si è perso e dopo il grave infortunio non ne azzecca più una, difficile che a Sassuolo sfoderi una prestazione da leccarsi i baffi.

Di Gennaro: inizio di stagione devastante per lui, poi i soliti problemi fisici e una difficile collocazione tattica con un Joao Pedro che ruba metri preziosi alle sue incursioni offensive.

Attaccanti: quali bomber scegliere?

Up

Dzeko: contro un Palermo in disarmo e difensivamente rivedibile buona occasione per rivedere in gol il bosniaco.

Simeone: aria di derby che potrebbe esaltare il suo caratterino indomabile. Segna poco ultimamente, ma questo non lo rende tra le scelte peggiori, anzi.

Immobile: grande condizione per un centravanti che sta segnando con una buon continuità e che sa essere freddissimo pure dagli undici metri.

Belotti: ariete devastante nel tridente granata, sta disputando una stagione superlativa con medie realizzative da autentico fenomeno.

Icardi: il centravanti argentino è il terminale di tutte le offensive nerazzurre, oltre ad essere rigorista. Un mix di fattori che lo rendono sempre una delle migliori scelte.

Kalinic: bomber implacabile e sempre appetibile a livello di mercato, risulta in assoluto uno dei migliori interpreti del ruolo.

Dybala: l’argentino è tornato a brillare nel tridente di Allegri ed è stato il protagonista in positivo del match vinto in Coppa Italia che ha parzialmente riscattato l’errore dal dischetto nella famosa finale di Doha.

Higuain: dopo i primi mesi di affanno il pipita ha trovato la serenità necessaria a esprimere il suo miglior repertorio.

Schick: anche se entra a partita in corso può essere decisivo, specie in un derby caldissimo dove i singoli episodi potrebbero incidere in maniera importante.

Consigli Fantacalcio: Patrik Schick, Sampdoria

Down

Pinilla: il suo carattere infuocato potrebbe penalizzare i compagni di squadra con cartellini ed interventi duri che potrebbero innervosire oltre misura un match già complicato di suo.

Destro: solito rendimento altalenante per un centravanti che non ne vuol sapere di fare il famoso salto di qualità. Sembra essersi bruciato definitivamente.

Falcinelli: al San Paolo potrebbe essere notte fonda per lui, difficile vederlo tra i protagonisti in campo.

Maccarone: ex bomber di razza sembra essere destinato ad un finale di stagione più che anonimo.

Send this to a friend