_10€ _10€ 50€ + 20% su ogni deposito
100€ 100€ 305€

Consigli Fantacalcio 29ª Giornata di Serie A: 11-12-13 Marzo 2016

Bottadiculo

Mancano solo 10 giornate alla fine dei nostri Fantatornei e diventano sempre più decisive le scelte relative ai titolari e ai giocatori da non impiegare. Chissà quanti di voi nella scorsa giornata hanno perso la sfida con qualche amico per aver messo Belotti o Barzagli in panchina, non immaginando mai che potessero andare in rete, chissà quanti invece imprecano per aver dato fiducia a Bacca o Dybala che sulla carta potevano regalare un +3 facile facile. Ma basta rimpianti, inutile guardarsi indietro, quello che è fatto è fatto, ora pensiamo alla prossima partita anche perché le formazioni vanno presentate entro le 20.30 di Venerdì, essendoci il primo anticipo tra Juventus e Sassuolo.  Vediamo nel dettaglio le mie scelte, sperando che vi siano di aiuto per sciogliere eventuali dubbi su chi inserire e chi no. Ecco i migliori giocatori da schierare nel prossimo turno di Serie A.

Portieri: chi schierare?

Tatarusanu è stato seppellito di gol allo stadio olimpico di Roma, ma rimane un portiere di grande affidamento e contro un Verona che appare ormai rassegnato e con una preoccupante astinenza offensiva nelle ultime due uscite,  dovrebbe essere uno degli estremi difensori più affidabili della giornata. Confermatissimo Gigi Buffon, ormai in versione supereroe e in odore di record assoluto di imbattibilità, anche grazie ad una difesa granitica che regala pochissime palle gol agli avversari. Se consideriamo poi l’impegno tra le mura amiche, ecco che la scelta assume i contorni di una quasi certezza di voto almeno da sufficienza. Szczesny ha giocato alla grandissima al Bernaeu di Madrid, parando di tutto e smentendo molti suoi detrattori, che forse hanno sottovalutato le capacità di un portiere che pur con qualche svarione incredibile ha pur sempre un repertorio di tutto rispetto. Se a questo aggiungiamo un attacco più che deludente da parte dell’Udinese ecco che la scelta appare tutt’altro che azzardata.

Reina apparentemente sembrerebbe una scelta logica difendendo i pali di una squadra nettamente più forte del Palermo, ma gli ultimi gol presi dall’estremo difensore azzurro hanno lasciato qualche perplessità e considerando la disperazione dei rosanero che li porterà a giocare in maniera più che offensiva, considero questo un inserimento rischioso. Viviano non ha subito reti contro Frosinone e Verona, ma se andiamo a vedere la voglia di riscatto dell’Empoli e la qualità dei giocatori in rosa di Giampaolo, ecco che potrebbe essere la trappola del giorno.  Sportiello, pur essendo un ottimo portiere, ha davanti a sé una difesa più che distratta, come testimonia un girone di ritorno dove veramente se ne sono viste di tutti i colori e giocare contro una delle formazioni con il miglior potenziale offensivo del torneo non è proprio il massimo della vita.

Difensori: i più affidabili

Gonzalo Rodriguez è un leader assoluto in campo, con quel fiuto del gol poi che spesso fa la gioia di molti fantallenatori che puntano sul modificatore di difesa, soluzione spesso vincente specie se l’attacco non è atomico. La difesa del Verona poi non è un bunker imperforabile, anzi tutto il contrario. Ansaldi è tornato dall’infortunio e ha cominciato dove aveva lasciato con prestazioni convincenti ben al di sopra del 6. Un crimine lasciarlo fuori, specie nelle partite disputate a Marassi. Bonucci potrebbe essere un potenziale marcatore in una partita che tatticamente  presenta delle insidie, visto che le punte, oltre ad essere marcatissime, hanno l’impegno ravvicinato contro il Bayern nella testa e non è detto che giochino al massimo delle proprie capacità.

Ranocchia è una scelta più che rischiosa, dovendo affrontare attaccanti e centrocampisti veloci e tecnici come quelli dell’Empoli, squadra al centro di qualche critica per le ultime uscite terminate con sconfitte deludenti, soprattutto sul piano del gioco. Glik sta deludendo parecchio sotto il profilo del rendimento dopo che nella passata stagione segnava quasi quanto una punta classica. Qualche disattenzione di troppo e un impegno contro una squadra che la mette sul piano fisico, potrebbe mettere a rischio il 6 per via di eventuali ammonizioni. Adnan era partito circondato da grande curiosità e numerose aspettative, ma giunti a poche giornate dalla fine del torneo il giudizio globale non è sicuramente esaltante, ci si aspettava molto di più e le numerose panchine ne solo la prova lampante.  Contro la formazione giallorossa potrebbe partire oltre ogni misura la velocità degli esterni di Spalletti.

Le Probabili Formazioni della 29ª Giornata di Serie A

Centrocampisti: i migliori del 29° turno

Bonaventura rimane il giocatore più continuo e affidabile nella mediana rossonera sempre soggetta a variazioni tattiche e cali di rendimento. La sua versatilità gli permette di occupare anche ruoli da seconda o terza punta con risultati più che discreti sotto porta. Saponara rientra dopo la squalifica e tra i centrocampisti potenziali protagonisti di questa giornata di campionato, sicuramente è uno dei top sia a livello di assist, sia di eventuali gol.  Benassi è stato fortemente condizionato da problemi fisici più che noiosi, ma rimane uno dei centrocampisti migliori in circolazione, con forte una propensione al gol. Dotato di un tiro da fuori di grande precisione che potrebbe creare più di un problema a Perin. Brozovic è forse il giocatore più in forma della mediana di Mancini e la gara di Coppa Italia contro la Juventus ha evidenziato pure la sua vocazione al gol, che specie in partite rognose tatticamente come quella contro il Bologna di Donadoni potrebbe essere un’arma fondamentale. Candreva sta forse disputando la sua peggiore stagione da quando veste la maglia biancoceleste, ma rimane un giocatore di grande profilo e con un potenziale enorme a livello di assist e gol possibili con soluzioni varie. Essendo poi uno specialista in rigori e punizioni, non si può non inserirlo specie contro un’Atalanta più che vulnerabile in difesa.  Allan ha riposato per un tempo nel match casalingo contro il Chievo, ma appena entrato ha acceso la luce e fornito a Callejon un assist al bacio dimostrando tutta la sua qualità. Contro il Palermo dovrebbe partire dal primo minuto e vista la fragilità tattica dei rosanero potrebbe risultare devastante.

Attaccanti: quali schierare?

Ciofani ha ormai preso coscienza del proprio livello e segna con una facilità quasi disarmante anche in partite delicate come quella contro l’Udinese. Lo scontro diretto contro il Carpi potrebbe favorire una buona prestazione,  condita magari da un’ennesima rete che farebbe la gioia di chi ha la fortuna di schierarlo. Maccarone sta segnando parecchio in questo torneo e specie tra le mura amiche rappresenta un potenziale pericolo per ogni difesa, anche la più ermetica. Kalinic si è improvvisamente bloccato in fase realizzativa, ma le sue potenzialità rimangono inalterate e specie contro una difesa fragile come quella scaligera potrebbe sbloccarsi, magari con una doppietta!  Immobile ha il piede caldo nonostante il rigore fallito contro la Lazio e a Marassi potrebbe essere protagonista di una prestazione con i fiocchi con voto superiore al 6,5. Icardi tra alti e bassi rimane un ariete implacabile quando è in giornata e non schierarlo rappresenta sempre una scelta discutibile. Higuain potrebbe andare in rete con grande facilità vista la fase difensiva di un Palermo ormai alla deriva e che ha perso del tutto la propria identità e compattezza. Se tutto va come deve andare chi ha il “Pipita” vivrà una giornata da ricordare. Salah non ha bisogno di presentazioni e nonostante le fatiche di coppa rappresenta una garanzia, specie contro una delle difese peggiori del torneo.

Balotelli ha sinceramente stancato tutti e chi lo ha in rosa farebbe bene a inserire qualsiasi attaccante al posto suo,  fare peggio è quasi impossibile. Pandev assomiglia molto ad un ex gloria che gioca per divertirsi,  in zona gol è assolutamente nullo e non vedo come possa sbloccarsi contro un Torino che ha Glik al centro della difesa e che farà un sol boccone del centravanti di Gasperini. Djordjevic è passato dall’essere uno dei giocatori più interessanti in sede di calciomercato,  ad un attaccante la cui utilità è pari a quella di un portiere di riserva,  praticamente è meglio relegarlo a ultima scelta.

Send this to a friend