260€ 100€ 130%
160€ 100€ + 100% 505€ + 10%

Come guadagnare sui social vendendo prodotti tipici in affiliazione

Cannoli Siciliani

I social sono ormai una realtà importantissima. Se nei loro primi anni i fruitori li ritenevano un semplice modo per interloquire con persone dislocate a grande distanza e che nella realtà sarebbe stato impossibile conoscere, nel corso degli ultimi anni hanno dato vita ad un notevole mutamento. Derivante dal fatto che le aziende hanno intuito il loro grande potenziale economico e hanno iniziato ad utilizzarlo per allargare il proprio giro di affari.

Una scelta del tutto logica, considerato come miliardi di persone di ogni parte del globo ormai li utilizzino giorno dopo giorno. Tanto da rendere impossibile non prenderli in considerazione alla stregua di uno strumento di marketing.

Quanti sono gli utenti dei social media?

Quanti sono gli utenti dei social media? Per quanto riguarda l’Italia, gli ultimi dati disponibili sono quelli relativi al gennaio del 2020. Quando erano 49,48 milioni i nostri connazionali che utilizzavano in maniera abituale il web. Di questi, circa 35 sono attivi giornalmente sui social media, con un ulteriore aumento di 4 milioni nel corso degli ultimi 12 mesi.

Si tratta di dati importanti, i quali dimostrano ancora una volta come Internet sia ormai uno strumento di uso comune e come i social riescano a calamitare l’attenzione di un gran numero di persone. Mettendo a disposizione di chi intende marcare la sua presenza una moltitudine di persone le quali possono essere raggiunte con uno sforzo finanziario molto minore a quello che invece sarebbe necessario per poter dare vita ad una campagna pubblicitaria tradizionale.

L’Affiliate Marketing

Di fronte a dati di questo genere, è del tutto comprensibile che gli esperti di marketing abbiano deciso di sfruttare una simile massa di persone per promuovere la loro attività. Il risultato della loro attenzione si è tradotto nell’Affiliate Marketing. Ovvero nella tecnica che sfrutta il metodo delle affiliazioni per conseguire vendite.

Il sistema creato è molto semplice: una determinata azienda provvede ad avviare un programma di affiliazione cercando di spingere l’internet marketer ad iscriversi. Se questi aderisce alla proposta, riceve un link univoco legato al suo profilo, per poi pubblicarlo su un blog, su un canale social, oppure in calce ad un video o ad un contenuto.

Qual è il vantaggio per il blog o per il sito affiliato? In pratica, per ogni vendita che l’azienda riesce a far effettuare da utenti provenienti dal link ad essa riconducibile, l’internet marketer riceverà una percentuale, la quale è destinata a variare secondo il programma di affiliazione scelto.

Cosa si può vendere con l’Affiliate Marketing?

Una volta capito cosa sia l’Affiliate Marketing, occorre anche cercare di capire cosa è possibile vendere utilizzando questo metodo. Secondo gli esperti, anzi, non c’è proprio nulla da capire, in quanto praticamente si può vendere qualsiasi cosa, si tratti di prodotti o servizi, di largo consumo o di nicchia.

Proprio per questo motivo le affiliazioni stanno diventando una vera e propria chiave di volta per guadagnare sul web. La cosa realmente importante è riuscire a creare contenuti in grado di suscitare l’interesse dell’utente e spingerlo infine a cliccare sul link indicato.

I prodotti tipici sono sempre più popolari sul web

Tra i prodotti che stanno emergendo sempre più online, ci sono quelli tipici. Ovvero le specialità di determinate regioni le quali possono far leva sul web per raggiungere un pubblico il quale altrimenti non riuscirebbe neanche della loro esistenza. Il settore agroalimentare è ormai una realtà estremamente sviluppata su Internet e una miriade di aziende, in particolare quelle piccole le quali intendono svilupparsi senza spendere un occhio della testa, sono intenzionate a sfruttarne le potenzialità.

Per farlo utilizzano soprattutto i blog che trattano di cucina. Intersecando in tal modo un’altra realtà effervescente, figlia di quello che è ormai un vero e proprio fenomeno di costume, ovvero l’interesse per il buon mangiare. I food bloggers sono sempre di più e spesso catalizzano un grande numero di visitatori. Utenza che, naturalmente, intendono sfruttare anche da un punto di vista finanziario.

Proprio l’Affiliate Marketing sta dando uno sbocco concreto a questo desiderio. Mettendoli a contatto con le aziende desiderose di farsi conoscere fuori dal proprio ambito locale. Chi intende sfruttare il proprio lavoro e metterlo a frutto, non può più ignorare un fenomeno di questo genere. A meno di non volersi condannare alla marginalità.

L’iscrizione è completamente gratuita e non è richiesto alcun requisito.

Send this to a friend