300% 305€ 105€
160€ 500€ 505€ + 10%

In quali città arriverà il Giro d’Italia quest’anno?

Bottadiculo

Il Giro d’Italia 2018, edizione numero 101 della corsa organizzata dalla Gazzetta dello Sport, è ormai alle porte. Il 4 maggio inizierà, come ogni anno, quella che da sempre rappresenta una vera e propria festa di popolo. Una festa che vedrà la partecipazione di decine di migliaia di persone ad ogni tappa, rinnovando una tradizione che non accenna a calare di interesse con il trascorrere del tempo.

Se naturalmente gli occhi degli sportivi sono rivolti alla lista dei partecipanti, che quest’anno presenta anche Chris Froome, il corridore britannico che già vanta 4 edizioni del Tour de France nel proprio palmares, sono molti, anche tra i cittadini comuni, a guardare con grande curiosità al calendario della corsa, al fine di capire se la carovana arriverà nei pressi dei centri in cui abitano. Anche perché in Italia, se c’è un modo di vedere le strade rifatte ex novo, è proprio quello di ospitare il Giro.

Bonus 160€
GoldBet

Bonus di benvenuto del 25% fino a 50€ sul primo deposito + 5€ a settimana per 21 settimane.

VERIFICA

Si parte da Gerusalemme

La prima grande novità del Giro d’Italia 2018 è il luogo da cui partirà. Stavolta, infatti, la scelta è caduta su Gerusalemme, dove il 4 maggio si svolgerà una cronometro che impegnerà i corridori per circa una decina di chilometri. Una distanza breve, ma densa di significato, considerato il ruolo svolto dalla Città Santa in un’area problematica come quella del Medio Oriente. Peraltro proprio la scelta di far partire la kermesse da Gerusalemme sta provocando non poche polemiche a livello politico, proprio in considerazione della situazione di nuovo tesa tra israeliani e palestinesi, dopo i recenti scontri che hanno nuovamente fatto salire il livello di allarme.

Altre città israeliane che saranno toccate dal Giro sono Haifa, la capitale Tel Aviv, Be’er Shiva e Eilat, sulle rive del Mar Rosso. La speranza è naturalmente che non succeda nulla, proprio considerato lo stato di tensione dell’area.

Si finisce a Roma

Se Gerusalemme sarà teatro di un suggestivo avvio, il finale arriverà in un altro dei luoghi più simbolici in assoluto a livello mondiale. Sarà infatti Roma, la capitale del cristianesimo ad avere l’onore di chiudere un’edizione la quale si presenta alla stregua di una corsa massacrante, con una lunga teoria di salite che metteranno a dura prova la resistenza dei corridori.

In mezzo tra i due estremi si snoderà un tracciato come al solito suggestivo, a partire dalle tappe siciliane, che avranno come epicentro Catania e Agrigento, con due attrattive come l’Etna e la Valle dei Templi a ricordare ancora una volta la bellezza dell’isola.

Le altre città

Per quanto riguarda invece il resto del programma sale naturalmente l’attesa in centri come Imola, Ferrara, Trento, Rovereto, anche loro chiamate a ospitare l’avvio o l’arrivo della carovana.

Oltre ai grandi centri, però, saranno protagonisti delle riprese televisive anche molte località più piccole, ma spesso molto suggestive, che potrebbero quindi trarre grande giovamento anche a livello turistico del passaggio di un Giro che continua ad essere un motivo di orgoglio per l’intero Paese. Una sorta di cartolina ambulante in grado di ricordare al mondo intero l’incredibile bellezza di un territorio che forse andrebbe curato in maniera più adeguata anche nel resto dell’anno.

Stanco di perdere?
Crea le tue Schedine utilizzando la prima statistica al mondo sui risultati legati alle QUOTE. Inizia a piazzare la tua giocata seguendo il metodo del banco ed aumenta la tua possibilità di vincere! PROVA GRATIS
Send this to a friend