Contatti - Redazione - Pubblicità - Policy - Disattiva Notifiche - Archivio News

Facebook Iscriviti GRATIS al nuovo gruppo Facebook Consigli Fantacalcio →
Advertising

Probabili Formazioni Serie A 7ª Giornata: le ultime news dai campi

Probabili Formazioni Serie A
Advertising

Settima giornata di Serie A, la partita che tutti attendono è sicuramente la sfida tra Inter e Juventus. Sarà la sfida scudetto? Probabilmente sì, ma nessuno dei due allenatori vuole ammetterlo. Sarà una giornata importante anche per il Fantacalcio, sicuramente non semplice.

Il motivo? Siamo all’ultimo turno prima della sosta delle nazionali, dunque è necessario capire chi rimarrà a riposo o chi scenderà in campo dal 1′. Ecco dunque quali sono le probabili formazioni della 7ª giornata di Serie A con tutte le ultime news dai campi.

Brescia-Sassuolo

Gara rinviata al 18 dicembre 2019, ore 20.45.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Spal-Parma

Sfida importante per la SPAL di Leonardo Semplici, la squadra di Ferrara vorrà assolutamente vincere. Non sarà semplice sfidare una compagine in forma come il Parma, che arriva dal successo ottenuto contro il Torino. Una vittoria simile può dare molta fiducia.

I padroni di casa recuperano Kurtic e Felipe. Il centrocampista sloveno partirà dal primo minuto, si va verso la riconferma del 3-5-2 con Petagna unica punta. Attenzione a Floccari, che potrebbe partire dal 1′. D’Aversa dovrà fare a meno di Darmian per infortunio, al suo posto giocherà Iacoponi.

  • Spal (3-5-2): Berisha; Cionek, Vicari, Tomovic; Sala, Murgia, Missiroli, Kurtic, Reca; Petagna, Floccari. Allenatore: Semplici
  • Parma (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Pezzella; Kucka, Hernani, Barillà; Kulusevski, Inglese, Gervinho. Allenatore: D’Aversa

Verona-Sampdoria

Il Verona arriva da due pareggi consecutivi, ma nonostante le sconfitte con Juventus e Milan la squadra di Juric continua a sorprendere tutti. La Sampdoria arriva da due sconfitte consecutive, ma almeno c’è stata la reazione da parte di Eusebio Di Francesco. Ora i blucerchiati saranno costretti al successo su un campo davvero complicato.

Stepinski, nonostante le ultime prestazioni da rivedere, viene confermato al centro dell’attacco. A supporto Zaccagni e Verre, il giocatore scuola Roma sta giocando una buonissima stagione. La compagine ligure conferma il 3-5-2 con Quagliarella in attacco supportato da Rigoni. In mediana Ekdal, serve qualità per poter cercare di scardinare la difesa gialloblù.

  • Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Dawidowicz, Gunter; Faraoni, Amrabat, Miguel Veloso, Lazovic; Zaccagni, Verre; Stepinski. Allenatore: Juric
  • Sampdoria (3-5-2): Audero; Murillo, Colley, Depaoli; Bereszynski, Ronaldo Vieira, Ekdal, Jankto, Murru; Rigoni, Quagliarella. Allenatore: Di Francesco

Genoa-Milan

Il Milan di Giampaolo deve assolutamente tornare al successo, il tecnico rossonero è in bilico e la sfida contro il Genoa diventa praticamente un ultimatum. Anche la squadra di Andreazzoli non sta vivendo un buon momento di forma, bisogna assolutamente correre ai ripari.

Al momento i padroni di casa potrebbero ritornare alla coppia d’attacco Pinamonti-Kouamé, con Pandev che potrebbe partire dalla panchina. I rossoneri vanno verso un 4-3-3, con Piatek sin dal primo minuto e Suso pronto a spostarsi anche sulla trequarti.

  • Genoa (3-5-2): Radu; Romero, Zapata, Criscito; Ghiglione, Schone, Radovanovic, Lerager, Pajac; Pinamonti, Kouamé. Allenatore: Andreazzoli
  • Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Duarte, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessié, Biglia, Calhanoglu; Suso, Piatek, Rafael Leao. Allenatore: Giampaolo

Fiorentina-Udinese

Esame importantissimo per una Fiorentina rinata, al Franchi arriverà l’Udinese di Tudor. La squadra di Montella è sicuramente migliorata rispetto l’inizio di stagione, ora il tecnico sembra aver trovato il giusto assetto. Confermato dunque il 3-5-2, con Dalbert e Lirola sulle corsie esterne. In attacco non si cambia, confermati Chiesa-Ribery.

I bianconeri arrivano dalla vittoria contro il Bologna, ora serve dare continuità ai risultati. De Paul torna dopo ben tre giornate di squalifica, l’argentino agirà alle spalle di Lasagna. In mediana Mandragora è in dubbio, ma Tudor potrebbe mandarlo in campo dal 1′.

  • Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Pulgar, Badelj, Castrovilli, Dalbert; Chiesa, Ribery. Allenatore: Montella
  • Udinese (3-5-1-1): Musso; Becao, Troost-Ekong, Samir; Stryger Larsen, Mandragora, Jajalo, Fofana, Sema; De Paul; Lasagna. Allenatore: Tudor

Atalanta-Lecce

L’Atalanta arriva dalla sconfitta contro lo Shakhtar all’ultimo secondo, dunque la squadra di Gasperini cercherà di ottenere il successo contro il Lecce, i giallorossi hanno perso contro la Roma con la rete di Dzeko.

I nerazzurri manderanno in campo sicuramente l’undici migliore, in una sfida così non servono passi falsi. Liverani confermerà il 4-3-1-2, con Mancosu tra le linee e Falco e Babacar a comporre la coppia in attacco.

  • Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Freuler, Castagne; Gomez; Ilicic, Zapata. Allenatore: Gasperini
  • Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Rispoli, Rossettini, Lucioni, Calderoni; Majer, Tachtsidis, Tabanelli; Mancosu; Falco, Babacar. Allenatore: Liverani

Roma-Cagliari

La Roma vuole assolutamente trovare il secondo successo consecutivo per poter mettere pressione a Napoli e Atalanta. Attenzione al Cagliari, a due punti dai giallorossi: il pareggio interno brucia, ma i rossoblù hanno dimostrato di poter far male a chiunque.

Fonseca cercherà di compiere le scelte anche in base al post Europa League, ma si va verso la conferma di Dzeko in attacco con Zaniolo a supporto. In difesa spazio a Mancini e Smalling. Maran vuole schierare invece Nainggolan, il belga cercherà di fare di tutto pur di scendere in campo sin dal 1′.

  • Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Mancini, Smalling, Kolarov; Veretout, Cristante; Florenzi, Zaniolo, Kluivert; Dzeko. Allenatore: Fonseca
  • Cagliari (4-3-1-2): Olsen; Cacciatore, Ceppitelli, Pisacane, Lu. Pellegrini; Nandez, Nainggolan, Rog; Castro; Joao Pedro, Simeone. Allenatore: Maran

Bologna-Lazio

La Lazio vuole dare seguito al successo ottenuto contro il Genoa, ma il Bologna non è assolutamente un cliente facile. I felsinei, inoltre, cercheranno di portare a casa punti preziosi dopo la sconfitta ottenuta contro l’Udinese sul terreno della Dacia Arena. Non sarà affatto semplice per la squadra di Inzaghi.

I padroni di casa confermeranno il 4-2-3-1, con Orsolini, Dzemaili e Sansone che andranno a supporto di Palacio. Poli e Medel comporranno la coppia a centrocampo. La Lazio schiera il solito 3-5-2, ovviamente le scelte saranno tutte condizionate dalla partita di Europa League.

  • Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Denswil, Krejci; Poli, Medel; Orsolini, Dzemaili, Sansone; Palacio. Allenatore: Mihajlovic
  • Lazio (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto, Lulic; Caicedo, Immobile. Allenatore: Inzaghi

Torino-Napoli

Gli azzurri di Carlo Ancelotti vogliono assolutamente dare continuità al successo ottenuto contro il Brescia, anche se non sarà semplice. La squadra dell’ex di turno, Mazzarri, è ancora ferita dopo la sconfitta contro il Parma.

Il tecnico degli azzurri cercherà di mandare in campo la formazione migliore per poter ottenere punti, Mertens e Lozano partiranno dal primo minuto. I granata confermano il solito 3-5-2 che continua a dare molte soddisfazioni, con Verdi e Belotti a comporre il pacchetto offensivo.

  • Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bonifazi; De Silvestri, Baselli, Rincon, Meité, Ansaldi; Belotti, Verdi. Allenatore: Mazzarri
  • Napoli (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Luperto, Ghoulam; Callejon, Allan, Ruiz, Insigne; Lozano, Mertens. Allenatore: Ancelotti

Inter-Juventus

È il derby d’Italia, una partita che non ha assolutamente bisogno di essere presentata. Inter contro Juventus, le due squadre si sfideranno in una delle partite più attese del campionato.

Conte dovrà fare i conti con il post Barcellona, si va avanti con Lukaku e Lautaro Martinez in attacco. A centrocampo confermati Sensi e Barella. Sarri non snatura la squadra e mette in campo il trequartista, con Ramsey che agirà dietro Ronaldo e Higuain.

  • Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, de Vrij, Skriniar; Candreva, Barella, Brozovic, Sensi, Asamoah; Lautaro Martinez, Lukaku. Allenatore: Conte
  • Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Ramsey; Higuain, Cristiano Ronaldo. Allenatore: Sarri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nato nel 1989, sboccio calcisticamente sette anni più tardi, quando in tv assisto alla prima partita della mia vita, quella tra Borussia Dortmund e Juventus. Innamorato del calcio inglese, nutro una passione per il ciclismo e la corsa. Laureando alla Facoltà di Lettere dell'Università degli Studi di Bergamo, ho un sogno nel cassetto: correre una maratona. Inizio la mia avventura giornalistica nel 2008 parlando di calcio inglese e ciclismo.Seguimi su Facebook, LinkedIn, Twitter e Instagram.

Send this to a friend