300% 305€ 105€
160€ 500€ 505€ + 10%

Pronostici Giro d’Italia 26 Maggio 2018: 20ª Tappa, Susa-Cervinia

Bottadiculo

La tappa conclusa a Bardonecchia ha letteralmente rivoluzionato il Giro d’Italia edizione 101. Il crollo di Simon Yates e la grande prova di Chris Froome hanno dato uno scossone tellurico alla classifica, che ora vede l’inglese vantare un consistente vantaggio su Tom Dumoulin e soprattutto una forma migliore.

Ora la carovana rosa è chiamata ad affrontare la ventesima frazione, quella che la condurrà da Susa a Cervinia, per complessivi 214 chilometri. Sarà l’atto finale del massacrante trittico che era stato posto dagli organizzatori proprio a sigillo di una edizione massacrante della corsa rosa.

Bonus 160€
GoldBet

Bonus di benvenuto del 25% fino a 50€ sul primo deposito + 5€ a settimana per 21 settimane.

VERIFICA

Il percorso

La penultima tappa prevede tre salite lunghe e caratterizzate da dislivelli importanti. A rendere il tutto più complicato anche il fatto che la particolare conformazione del percorso non consenta di recuperare gli eventuali distacchi maturati. Si tratta di un classico “tappone” alpino con ben 4mila metri di dislivello concentrati negli ultimi 90 km, quando i corridori saranno chiamati a scalare 3 salite di quasi 20 km l’una. Ognuna di esse potrebbe quindi essere teatro di clamorosi colpi di scena.

La prima ascesa è il Col Tsecore, 16 chilometri caratterizzati da una pendenza media del 7,7%, ma con tratti che vanno a raggiungere anche il 15%, concentrati negli ultimi 4 chilometri. Una volta raggiunta la vetta avranno inizio una ventina di chilometri di discesa, al termine dei quali i corridori dovranno affrontare le seconda asperità di giornata, ovvero il Col de St.Pantaléon, con caratteristiche simili alla precedente e una lunghezza leggermente più ampia. Si tratta infatti di 16,5 chilometri al 7.2% di pendenza media, ma soprattutto più dolce nel finale rispetto al Col Tsecore. Dopo la salita inizierà una ripida discesa che introdurrà al gran finale di Cervinia. In questo caso la salita è ancora più lunga, con ben 19 chilometri, anche se la pendenza media si attesta al 5,3%. Il tratto più duro sarà quello che inizierà a 11 chilometri dalle vetta, con due chilometri che presenteranno una pendenza attorno all’8% e rampe al 12%. L’ultimo chilometro vedrà quindi addolcirsi la strada, con pendenze tra il 2% e 4%.
La tappa sarà decisiva e si prevede grande battaglia tra Froome e Dumoulin alla ricerca del definitivo primato.

Il pronostico della 20ª tappa

La ventesima tappa non ammetterà repliche e sarà una pietra tombale sulla corsa. Le tre salite previste non sarebbero particolarmente ripide, ma sono molto lunghe e, soprattutto, arrivano al termine di una tre giorni terribile, nel corso della quale la caduta più clamorosa è stata quella di Simon Yates. Ora, a giocarsi il primato finale sono rimasti solo Froome e Dumoulin, a meno di un’impresa pressoché ai limiti della realtà da parte di uno dei prossimi inseguitori.

SNAI, fornisce preziose indicazioni sulla tappa. I favoriti sono Lopez, Pinot e Carapaz, tutti dati a 7,50. A 10 troviamo invece Froome, cinque punti in meno di un drappello formato da Ciccone, Dumoulin, Sanchez, Formolo, Nieve e Pozzovivo. In effetti sembra complicato pensare che il vincitore di giornata possa non essere uno di loro, proprio per la severità del tracciato.

Non saranno invece offerte stavolta le quote in antepost, proprio in considerazione del fatto che siamo ormai giunti al penultimo atto della corsa.

SNAI, oltre a delle ottime quote, offre ai nuovi clienti un bonus di benvenuto di 555€.

Stanco di perdere?
Crea le tue Schedine utilizzando la prima statistica al mondo sui risultati legati alle QUOTE. Inizia a piazzare la tua giocata seguendo il metodo del banco ed aumenta la tua possibilità di vincere! PROVA GRATIS
Send this to a friend