888sport 100€ Sisal Matchpoint 315€ SNAI 305€
💌 Vuoi ricevere i nostri PRONOSTICI GRATIS via email?
GoldBet 100€ Betfair 210€ Eurobet 215€

Pronostici Mondiali 2018: chi vincerà il Gruppo A?

Edinson Cavani, Uruguay

Terminati i campionati nazionali e le competizioni internazionali, la stagione riserva proprio nel finale il suo pezzo forte, ovvero i Mondiali di calcio, che si svolgeranno in Russia, a partire dal 14 giugno.

🔥 Il modo migliore per rimanere aggiornati sui prossimi pronostici è SEGUIRCI SU TELEGRAM →

Un evento che naturalmente sarà seguito con grande attenzione non solo dagli appassionati, ma anche dagli scommettitori, che avranno materia a sufficienza sulla quale indirizzarsi e mettere a frutto le proprie competenze. Andiamo quindi a vedere le partecipanti alla kermesse iridata, partendo dai gironi eliminatori.

Gruppo A

Il gruppo A è quello che vede la presenza dei padroni di casa della Russia, dell’Uruguay, dell’Egitto e dell’Arabia Saudita.

Bonus 100€
888sport

Bonus di benvenuto del 100% sulla prima ricarica fino a 100€.

Russia

La squadra di casa rappresenta una vera incognita. Ormai da molti anni il calcio russo non riesce a produrre grandi talenti e la selezione nazionale è quindi costretta in una sorta di limbo, che dura del resto ormai dall’inizio degli anni ’80, quando ancora era in piedi l’Unione Sovietica, con la parziale eccezione del 2008, quando la Russia riuscì ad arrivare alla finale dell’europeo. Per capire il non altissimo livello della squadra allenata da Stanislav Cercesov, basterà ricordare che sono solo tre nella sua rosa i giocatori attualmente operanti fuori dai confini, ovvero il portiere Gabulov (Club Brugge), il centrale difensivo Neustadter (Fenerbahce) e l’attaccante Cheryshev (Villarreal).

A rendere ancora più complicato il compito della squadra di casa è anche arrivata la tegola rappresentata dall’infortunio al giocatore più rappresentativo, ovvero quell’Alexsandr Kokorin vittima di una distorsione ai legamenti del ginocchio destro nel match di Europa League tra lo Zenit e il Lipsia dello scorso 8 marzo. Un infortunio che abbasserà ancora di più il livello di fantasia di una squadra storicamente latitante proprio da questo punto di vista. Le speranze della tifoseria sono appuntate soprattutto su Smolov, il terminale offensivo chiamato a concretizzare il gioco, e su Dzagoev, giocatore dato in rampa di lancio ormai da anni, ma mai realmente esploso.

Uruguay

L’Uruguay è un’altra incognita. Il selezionatore Tabarez, infatti, ha a sua disposizione alcuni veri e propri assi, ma è anche gravato da una serie di incognite non da poco. Soprattutto l’attacco, considerata la presenza del blaugrana Suarez e di Cavani, sembra in grado di incutere timore anche nelle difese più granitiche. Anche la difesa vede la presenza della coppia centrale dell’Atletico Madrid rappresentata da Godin e Gimenez, che fornisce ampie garanzie. Per il resto, però, rimane la sensazione di una eterna incompiuta, soprattutto a causa di un centrocampo dove sembrano mancare uomini di classe superiore, in particolare un centrale in grado di lasciare la sua impronta sulla competizione. La speranza di Tabarez è che siano i giovani, ovvero lo juventino Bentancur, il sampdoriano Torreira e De Arrascaeta (Cruzeiro) a fare finalmente il passo in avanti che potrebbe riportare l’Uruguay a grandi livelli.

Egitto

L’Egitto si presenta a sua volta a questo mondiale con grandi speranze, riposte in particolare su un nome, quello di Momo Salah, l’ex romanista reduce da una stagione clamorosa con il Liverpool. Proprio nelle ultime ore, però, il sogno dell’attaccante egiziano di lasciare la sua impronta sulla competizione sembra essersi tramutato in un vero e proprio incubo. Salah, infatti, è dovuto uscire dal campo dopo circa mezz’ora di gioco a causa di un infortunio alla spalla riportato nella finale di Champions League disputata a Kiev contro il Real Madrid. Le sue condizioni devono ancora essere valutate appieno, ma sembra che per lui la kermesse russa sia ormai sfumata. Una pessima notizia per Hector Cuper, che proprio sull’attaccante dei Reds e su Elneny (Arsenal) fondava la maggior parte delle proprie speranze.

C’è comunque notevole curiosità anche per il centrocampista offensivo Trezeguet, quest’anno in forza al Kasimpasa, oltre che per alcuni atleti che giocano attualmente nella Premier League o nelle serie inferiori inglesi, come Hegazy (West Bromwich Albion), Elmohamady (Aston Villa) e Sobhi (Stoke City).

Bonus 215€
Eurobet

15€ SUBITO sul primo deposito. +bonus del 50% dell’importo delle scommesse effettuate nei primi 7 giorni fino a 200€.

Arabia Saudita

Infine l’Arabia Saudita, squadra che sembra destinata a giocare un ruolo minore nel girone. I convocati del selezionatore Pizzi sono praticamente sconosciuti a livello internazionale, trattandosi di atleti che militano per la maggior parte in patria. Gli uomini indicati dagli addetti ai lavori come punti di forza sono in particolare l’attaccante Mohammed Al-Sahlawi, punta centrale dell’Al-Nassr Riyad, e il centrocampista Taisir Al-Jassim, dell’Al-Ahli Gedda, mentre sono leggermente più noti Yahya Al-Shehri e Fahad Al-Muwallad, che si sono fatti notare nella Liga, rispettivamente nel Leganés e nel Levante.

Chi vincerà il girone?

Per quanto riguarda la vincente del gruppo, ci sentiamo senz’altro di consigliare l’Uruguay, che sembra effettivamente poter vantare non solo credenziali tecniche di ottimo livello, ma anche una esperienza tale da consentirle di poter primeggiare almeno in questa fase a gruppi. Per l’altro posto la competizione dovrebbe essere tra Russia ed Egitto, coi padroni di casa favoriti non solo per le condizioni logistiche, che potrebbero pesare soprattutto nei rapporti con gli arbitri, ma anche alla luce della probabile assenza di Salah.

Le quote del Girone A

Anche GoldBet sembra confermare quanto da noi detto, con l’Uruguay dato a 1,70 per la leadership del girone, seguito dalla Russia a 2,95, dall’Egitto (7,00) e dall’Arabia Saudita (45,00).

Gli altri Gruppi
Laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, ho diretto il gruppo di lavoro che ha dato vita al cd-rom ufficiale della SS Lazio "Storia di un amore" e alla Storia fotografica della Magica Roma, accluso alla rivista il Rosso e il Giallo.Seguimi su Enciclopediadelcalcio.it.
Send this to a friend