ADM, Gioco responsabile, 18+ Il gioco è vietato ai minori di 18 anni. Può causare dipendenza.
215€ 305€ 315€
330€ 100€ 505€ + 10%

Pronostici Serie A 19 Novembre: Chievo-Cagliari, Udinese-Napoli e Juventus-Pescara

Bottadiculo

Dopo la pausa dovuta agli impegni delle varie nazionali, riprende alla grande il campionato di Serie A con ben tre anticipi in programma nella giornata di sabato 19 novembre. Questa volta c’è una partita in più visti gli impegni in Champions League di Juventus e Napoli, che in settimana cercheranno importanti punti in ottica qualificazione agli ottavi. Si parte con la sfida del “Bentegodi” tra il Chievo di Maran e il Cagliari di Rastelli, per proseguire con la difficile trasferta del Napoli in casa della nuova Udinese di Gigi Delneri, mentre in serata si concluderà il programma con l’impegno casalingo dei campioni d’Italia impegnati contro il Pescara di Massimo Oddo. Ecco nel dettaglio l’analisi di ogni sfida e i nostri pronostici di Serie A.

Bonus 330€
GoldBet

Bonus di benvenuto del 25% fino a 20€ sul primo deposito + 10€ virtual + 15€ a settimana per 20 settimane.

VISITA IL SITO

Chievo-Cagliari

Momento di grande flessione per il Chievo di Maran che nelle ultime 5 giornate ha raccolto la miseria di due punti frutto dei pareggi contro Empoli e Bologna, mentre nelle sfide contro Milan, Juve e Crotone sono arrivati tre ko. Dopo l’ottimo avvio di torneo i clivensi sono scivolati in dodicesima piazza a quota 15 punti, in coabitazione con Sampdoria e Udinese. In attacco si dovrebbe rivedere la coppia formata da Inglese e Floro Flores.

Per il Cagliari è un campionato che vive tra alti e bassi, con prestazioni sontuose ed altre raccapriccianti, senza un minimo di equilibrio tattico, come si evince pure dalla differenza reti che parla di 20 all’attivo e addirittura 29 al passivo, vera nota dolente di una squadra che subisce troppi gol. In trasferta poi il cammino è assolutamente disastroso, vittoria di San Siro a parte sono arrivate 5 sconfitte, senza dimenticare i 19 gol subiti in sei partite totali. A livello di formazione spicca il ritorno di Padoin dopo l’infortunio.

Bonus 305€
SNAI

5€ FREE senza deposito + bonus fino a 300€ sul primo deposito.

VISITA IL SITO

Pronostico

Le proposte di gioco sono essenzialmente due. La prima si basa sullo scompenso statistico del segno x nelle partite dei sardi, un solo pareggio in dodici giornate e nessuno nelle gare disputate fuori casa, evento quotato incredibilmente a 3,40. La seconda invece si basa sulla doppia chance x2 proposta ottimamente a 1,84, basata sulla migliore qualità tecnica della rosa di Rastelli che a mio avviso potrebbe mettere in difficoltà una squadra che basa il suo gioco sull’aspetto agonistico e che fatica a trovare la via del gol. Entrambe le quote sono presenti nel palinsesto di Eurobet, che offre ai nuovi clienti un bonus scommesse da 10€ dopo la registrazione e il primo versamento (da almeno 10€), da utilizzare per scommesse a quota minima 2.00 + un bonus del 50% dell’importo delle scommesse con una quota minima di 1.50 (in singola, multipla, o live) effettuate entro 7 giorni dall’apertura del conto fino a un massimo corrispondente all’importo del primo deposito e comunque non superiore a 100€.

Le probabili formazioni di Chievo-Cagliari

Chievo (3-5-1-1): Sorrentino; Cacciatore, Spolli, Gamberini, Gobbi; Castro, Radovanovic, Rigoni; De Guzman; Floro Flores, Inglese.

Cagliari (4-3-1-2): Storari, Isla, B. Alves, Ceppitelli, Bittante; Munari, Di Gennaro, Padoin; Farias; Sau, Borriello.


Udinese-Napoli

Dall’arrivo di Gigi Delneri l’Udinese ha decisamente cambiato pelle, soprattutto dal punto di vista tattico, oltre che di atteggiamento in campo, decisamente più spregiudicato e coraggioso. Nelle ultime quattro giornate, escludendo la sconfitta contro la Juventus che poteva starci ed è pure arrivato in un modo decisamente immeritato a guardare le occasioni da gol create, si sono verificati due pareggi con con Torino e Genoa(partite nelle quali i friulani erano pure in vantaggio)e due larghe vittorie per 3-1 contro Pescara e Palermo. Colpisce soprattutto la metamorfosi di Thereau, che lasciato libero di spaziare su tutto il fronte d’attacco è tornato il bomber implacabile delle passate stagioni. In classifica i friulani sono in tredicesima posizione a quota 15 punti, ben otto in più sulla zona retrocessione, con prospettive di ulteriore crescita nel medio-lungo periodo.

In casa partenopea si vivono giorni di grande apprensione, nonostante le buone notizie che arrivano sul fronte Milik, in netto progresso nel programma di riabilitazione dopo il grave infortunio patito con la propria nazionale. La classifica si sta facendo problematica e l’attuale sesto posto non era certo preventivabile nonostante le perplessità della vigilia nate dopo la cessione di Higuain e l’infortunio di Milik che ha costretto Sarri a ricorrere ad un modulo inedito con tanto di falso nueve recitato per la prima volta da Mertens. Gli aspetti che destano più preoccupazione riguardano ogni reparto, a partire dalla difesa dove tra le incertezze di Reina e gli svarioni a turno dei vari Koulibaly, Maksimovic e Ghoulam, non si può certo dormire sonni tranquilli, sia in campionato, che in Champions League. A centrocampo stupisce come l’abbondanza di alternative sia diventata in realtà un problema, tra un Jorginho che sembra soffrire la concorrenza di Diawara e i vari Rog, Giaccherini e Allan che presentano un minutaggio molto inferiore alle attese, specie nel caso dei primi due. Per finire in attacco continua l’evidente involuzione di un Gabbiadini che sembra soffrire il momento del famoso salto di qualità, caratterizzato da una certa mancanza di personalità che gli ha impedito di sfruttare l’occasione d’oro rappresentata dalla cessione del Pipita e dall’infortunio di Milik che gli hanno aperto un’autostrada davanti a sé, dove lui invece di viaggiare spedito a cominciato a sbandare nervosamente come colpito da una certa ansia da prestazione. Passando al rendimento esterno dei partenopei, sono solo due le vittorie, sui campi di Palermo e Crotone, mentre sono arrivati solo pareggi contro Genoa e Pescara e addirittura due sconfitte contro Atalanta e Juventus.

💰 BONUS SENZA DEPOSITO 💰
SNAI

5€

SENZA DEPOSITO

VERIFICA
Betfair

25€

GRATIS CASINÒ

VERIFICA
888sport

20€

GRATIS CASINÒ

VERIFICA

Pronostico

Partita che potrebbe essere più complicata del previsto per il Napoli che potrebbe soffrire la velocità degli esterni friulani, oltre che l’entusiasmo che rappresenta un evidente volano a livello psicologico, che potrebbe in parte colmare il gap tecnico tra le due formazioni in campo. Di tutte le quote, quella che più mi convince è relativa all’esito gol proposto a 1,66 su Eurobet.

► Eurobet: 10€ subito + bonus fino a 100€

Le probabili formazioni di Udinese-Napoli

Udinese (4-3-3): Karnezis; Widmer, Danilo, Wague, Felipe; Fofana, Kums, Badu; De Paul, Zapata, Thereau.

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, Diawara, Hamsik; Giaccherini, Mertens, Insigne.


Juventus-Pescara

La tegola inerente i tempi di recupero molto più lunghi dell’argentino Dybala ha sicuramente creato qualche problema di troppo ad un Allegri che già deve rinunciare a Pjaca per un periodo ancora non definibile. Rimane quindi d’obbligo impiegare un Higuain decisamente in un momento no, sia dal punto di vista mentale sia dal punto di vista fisico, oltre ad un Mandzukic che non sembra per nulla il partner ideale del pipita. Juventus che arriva da tre successi consecutivi che hanno attenuato le sconfitte contro Milan ed Inter, permettendo di conservare un primo posto con un discreto margine di sicurezza su una Roma attualmente a quattro punti e che a gennaio vedrà partire per la coppa d’Africa quel Salah che attualmente sta facendo la differenza in quasi tutte le partite. Bianconeri a punteggio pieno tra le mure amiche con sei vittorie in sei partite, con 17 gol fatti e 5 subiti.

Oddo sempre più in difficoltà con il passare delle giornate e con una squadra che sembra non seguirlo più, incapace nel modo più assoluto di vincere una partita che sia una sul campo, nemmeno contro avversari più morbidi, come si è potuto osservare nell’ultimo match casalingo contro l’Empoli che ha letteralmente passeggiato nelle praterie lasciate da una difesa che non merita di essere definita tale, come dimostrano i 20 gol subiti. La classifica vede gli abruzzesi al terzultimo posto a quota 7 punti, due in più del Crotone ultimo della graduatoria e uno del Palermo di Zamparini. Tre sono invece le lunghezze dall’Empoli quartultimo e ben sei dalle coppie di quintultime formata sorprendentemente da Bologna e Sassuolo, non certo avversari da considerare raggiungibili nel medio-lungo periodo. In trasferta il Pescara ha un bottino di un solo pareggio, a Marassi contro un Genoa ridotto in 10 uomini, e tre sconfitte contro Udinese, Milan e Lazio, mentre l’unica vittoria risultante dai dati ufficiali è quella a tavolino contro il Sassuolo(nella quale al termine dei 90 minuti aveva perso per 1-0).

Pronostico

Osservando le quote dei book emerge ovviamente un valore troppo basso relativo al semplice segno 1 giocatissimo da tutti. Per spuntare una quota migliore suggerisco l’esito multigol 2-5 proposto quantomeno ad un 1,28 accettabile sul palinsesto Eurobet, esito che tutela da eventuali sorprese come ad esempio un pareggio per 1-1 o 2-2 che pur essendo un’ipotesi remota non è mai da scartare vista l’imprevedibilità di uno sport che proprio nei match più scontati riserva a volte incredibili sorprese.

► Eurobet: 10€ subito + bonus fino a 100€

Le probabili Formazioni di Juventus-Pescara

Juventus (3-5-2): Buffon; Rugani, Bonucci, Evra; Lichtsteiner, Khedira, Hernanes, Pjanic, Alex Sandro; Mandzukic, Higuain.

Pescara (4-3-1-2): Bizzarri; Zampano, Campagnaro, Zuparic, Biraghi; Brugman, Aquilani, Memushaj; Verre; Benali, Caprari.

Stanco di perdere?
Crea le tue Schedine utilizzando la prima statistica al mondo sui risultati legati alle QUOTE. Inizia a piazzare la tua giocata seguendo il metodo del banco ed aumenta la tua possibilità di vincere! PROVA ORA
Sorare