Contatti - Pubblicità - Collabora con noi - Privacy Policy - Cookie Policy

Miglior Bonus della settimana: BETTER 10€ + 400€

Qual è stata la vittoria più larga della storia?

Grande Torino
GoldBet

Subire una goleada è una cosa che irrita non poco i tifosi di calcio, ad ogni latitudine. Eppure la storia è piena di clamorosi rovesci, a qualsiasi livello, anche ai piani più elevati. Tanto da far passare in sottordine il pesante 7-0 subito dal Sassuolo allo Stadium, di fronte ad una Juventus che non ha avuto grandi difficoltà a segnare a ripetizione contro una squadra palesemente in giornata negativa. Andiamo quindi a vedere quali sono state le vittorie più larghe della storia.

Il record del Grande Torino

Nel nostro Paese, il record dello scarto più ampio in una partita del campionato di Serie A è detenuto dal Grande Torino. Valentino Mazzola e soci sono infatti gli autori del clamoroso 10-0 inflitto all’Alessandria il 2 maggio del 1948, in una gara che il povero Diamante, portiere dei mandrogni avrebbe ricordato a lungo, soprattutto per l’ultimo quarto d’ora della gara in cui i granata, sospinti all’attacco dalla carica ripetutamente suonata dal trombettiere del Filadelfia, segnarono ben sette reti, stabilendo un primato mai più avvicinato almeno in Italia. Purtroppo i granata non ebbero modo di poter ritoccare il loro record, in quanto a distanza di un anno persero la vita nel tremendo schianto del loro aereo contro il muraglione della basilica di Superga.

Il Madagascar non fa testo

In epoca recente ha destato invece grande sensazione il 149-0 inflitto dall’AS Adema al So de Emyrne il 2 ottobre del 2002. Un clamore però ingiustificato, in quanto le reti sono state tutte messe a segno nella propria porta dai giocatori ospiti, come segno di protesta per un rigore dubbio concesso dall’arbitro nella partita precedente, che li aveva privati della possibilità di giocarsi il titolo contro l’AS Adema nello scontro diretto. Le 149 reti sono peraltro state pazientemente annotate una dopo l’altra dall’arbitro, il signor Razafintsalama, lo stesso della gara incriminata…

Un inizio di millennio pieno di reti

L’inizio di millennio è peraltro stato un periodo molto prolifico, se si pensa che proprio in quei mesi si giocò anche la partita delle qualificazioni mondiali tra Australia e Samoa Americane, terminata con il punteggio di 31-0. Un punteggio il quale ha riproposto l’annoso problema degli squilibri troppo evidenti tra squadre di professionisti e compagini di livello quasi amatoriale, discussione che peraltro è stata affrontata anche all’interno di competizioni come le fasi finali dei Mondiali, dopo il verificarsi di punteggi altisonanti come il 10 a 1 rifilato dall’Ungheria a El Salvador nella kermesse iridata svoltasi in Spagna nel 1982.

SEGUI BOTTADICULO SU FACEBOOK     
Ti è piaciuto l’articolo?
[Voti: 1    Media Voto: 5/5]
Correzioni, suggerimenti o commenti? Contattaci

Send this to a friend