100€ _10€ 50€ + 20% su ogni deposito
100€ 100€ 305€

Quale Nazionale ha vinto più Mondiali?

Bottadiculo

I Mondiali di calcio sono un evento in grado di catalizzare l’attenzione di miliardi di appassionati ubicati in ogni parte del globo. Se la prima edizione, datata 1930, fu svolta in tono abbastanza minore, venendo disertata dalle squadre europee, già la seconda, giocata in Italia quattro anni dopo, fu in grado di catalizzare l’attenzione del mondo calcistico, anche se la prima kermesse iridata in grande stile può essere considerata quella che ebbe luogo in Francia nel 1938, che vide la partecipazione delle migliori squadre di Europa e Sud America.

La squadra più titolata

La squadra più titolata in assoluto è il Brasile, capace di vincere cinque edizioni del mondiale, iniziando da quella del 1954, quando la Selecao, guidata dal giovanissimo Pelè, riuscì a vendicare il terribile Maracanazo di quattro anni prima, quando Alcides Ghiggia aveva fatto piangere un intero Paese espugnando il celebre stadio di Rio de Janeiro. Appena sedicenne, Edson Arantes do Nascimento inaugurò in Svezia la sua leggenda, guidando il Brasile al primo titolo, ai danni di una Svezia imbottita di giocatori della Serie A, a partire da Liedholm e Skoglund.

Pelè, 12 anni dopo

Dopo aver dovuto disertare l’edizione del 1958, sostituito degnamente da un formidabile Garrincha nella veste di trascinatore, Pelè fu costretto ad abdicare nel corso dei Mondiali inglesi, quando venne praticamente massacrato dai difensori avversari. Dovette quindi attendere il 1970 per porre il sigillo definitivo alla Coppa Rimet, permettendo al suo Brasile di portarsela definitivamente a casa come vincitore di tre edizioni. Il teatro di quello che può essere considerato il canto del cigno fu il Messico, ove O’Rey dette lezioni di calcio in una edizione nobilitata dalla presenza di fenomeni come Beckenbauer, Charlton, Seeler, Riva e Rivera. Tutti eclissati dalla stella più brillante di ogni epoca, arrivata al suo punto più alto.

La quarta vittoria

Per tornare a vincere, la Selcao dovrà attendere ben 24 anni, ovvero l’edizione disputata negli Stati Uniti, quando in finale i verdeoro si troveranno di fronte nuovamente la nostra Nazionale, arrivata all’ultimo atto soprattutto grazie ad uno strepitoso Roby Baggio. Proprio l’asso di Caldogno, però, fallirà uno dei due rigori che consegneranno il trofeo ad un Brasile privo di grandi stelle, ma non per questo meno efficace.

Il trionfo di Ronaldo

Infine il quinto squillo, quello prodotto in Corea del Sud, in una edizione molto mediocre della kermesse iridata, rischiarata da un solo vero fenomeno, ovvero Ronaldo. Proprio l’interista, appena uscito da una serie di gravi infortuni, si carica infatti la Selecao sulle spalle, stupendo chi lo aveva dato ormai per finito. Un pronostico smentito a suon di grandi prestazioni da un attaccante arrivato al picco della sua carriera, purtroppo drammaticamente accorciata proprio dagli incidenti in serie.

Send this to a friend