100€ _40€ _25€
💌 Vuoi ricevere i nostri PRONOSTICI GRATIS via email?
100€ 305€ 215€

Quando esoneri e infortuni influiscono sulle scommesse: consigli sulle quote da giocare

Quando esoneri e infortuni influiscono sulle scommesse: consigli sulle quote da giocare

Un infortunio di un top player o l’esonero di un allenatore possono condizionare notevolmente l’andamento della stagione della propria squadra e, come sappiamo, ogni anno assistiamo a passerelle di allenatori in entrata e in uscita prima ancora di poter mangiare il famoso “panettone”, oppure verso la parte finale del campionato, quando si tratta di conquistare la salvezza o qualche piazzamento nelle coppe europee.

Quante volte, poi, le squadre devono correre ai ripari nella finestra di calciomercato, anche conosciuta come mercato di riparazione, a causa dell’uno o l’altro illustre infortunio che rischia di comprometterne la classifica?

Eventualità del genere, naturalmente, possono influenzare sostanzialmente le probabilità di vincita per le scommesse calcio e quindi determinare l’andamento delle quote dei bookmaker.

Le quote vincente e l’esonero dell’allenatore

Pensiamo, ad esempio, alle quote antepost sulla vincente di Serie A, dove ad inizio della stagione in corso i pronostici avrebbero voluto il Napoli favorito, insieme alla Juventus, alla vittoria finale del campionato. Sicuramente, infatti, i bookmaker hanno registrato un numero consistente di puntate sui partenopei come squadra vincente della Serie A 2019-2020. Nel frattempo, tuttavia, sappiamo che la prima parte di stagione del Napoli non è stata così lineare come ci si aspettava, risultando nell’esonero anticipato dell’allenatore, Carletto Ancelotti, al quale è subentrato il neoallenatore Rino Gattuso.

Tutto ciò ha inevitabilmente condizionato non solo le probabilità di vincita di chi ha scommesso sul Napoli, attualmente 8° in campionato a più di 20 punti dalle capolista Juve e Inter, ma anche la quota sulla vittoria finale che attualmente per molti è salita addirittura a 200.00, tanto si ritiene improbabile un’inversione di tendenza.

Sempre in tema esoneri, è finita con un 1-1 la prima di Iachini sulla panchina della Fiorentina, dopo l’esonero di Montella appena prima di Natale. Con appena 4 punti in più della zona retrocessione, la Viola affronta da favorita la Spal, ultima in classifica. L’1 a quota 1.45 potrebbe essere il giusto completamento per una scommessa multipla.

Scommesse multiple: se il gioco vale la candela

A proposito di multiple, è bene essere consapevoli del fatto che aumentando il numero di giocate si assottigliano sempre di più le probabilità di vincita e, per quanto si possa scegliere di puntare su partite dall’esito apparentemente scontato, in una schedina con 4, 5 o più incontri il rischio che anche solo uno di questi non termini come da pronostici della vigilia sono davvero elevate. Ovviamente, basta un solo esito sbagliato e la scommessa sarà perdente.

Scommesse Under/Over

Più vincenti per chi punta sul calcio risultano spesso le scommesse Under/Over, specie quando ad affrontarsi sono due squadre notoriamente molto prolifiche in termini di reti segnate, oppure quando le squadre possono contare su un attaccante in stato di grazia, come Inter e Juve, ad esempio, che nella scorsa giornata di Serie A hanno abbattuto a suon di goal rispettivamente Napoli e Cagliari, grazie alle reti dei bomber Ronaldo e Lukaku.

Quote Doppia Chance

Da tenere in considerazione anche le quote Doppia Chance, spesso abbinate ad Under/Over o Goal/No Goal, che permettono di puntare su due esiti finali diversi: ad esempio, 1-X, oppure 1-2 più Over 2.25. Un po’ come quando si giocava la doppia sulla tradizionale schedina del Totocalcio.

Per ovvi motivi, le quote non sono di certo delle più alte e scommesse Doppia Chance non fanno vincere grandi somme, ma, grazie alla maggiore probabilità di vincita, permettono al giocatore una migliore gestione della propria puntata.

Photo by Mario Klassen on Unsplash