260€ 100€ 130%
160€ 100€ + 100% 505€ + 10%

Quanto guadagna Valentino Rossi?

Bottadiculo

Almeno una volta nella vostra vita vi sarà capitato di vedere una gara di Motomondiale e siamo pronti a scommettere che avete tifato per lui, Valentino Rossi. Figlio d’arte (il padre, Graziano, fu un pilota a cavallo tra gli anni settanta ed ottanta), fin da piccolissimo ha dimostrato di avere un grande feeling con i motori, facendo il primo esordio ufficiale in una competizione motociclistica già a tredici anni, quasi un record. Proprio grazie a questo dono di natura, Valentino viene soprannominato sin da subito “The Doctor” (il Dottore) per la sua eccezionale capacità di saper individuare e trovare le migliori soluzioni ed i settaggi perfetti delle moto che guida. Insomma stiamo parlando di uno dei centauri più forti di sempre, che sicuramente ha incassato finora anche tantissimo denaro, che vi farà chiedere quanto guadagna Valentino Rossi?

Il Dottore, tra i centauri più titolati del Motociclismo

Rossi, muovendo i suoi passi nel mondo delle competizioni sportive già a sedici anni, nel corso del tempo è riuscito a conquistare titoli, vittorie e record: Nove mondiali vinti (cinque dei quali consecutivamente tra il 2001 e il 2005), 114 gare vinte su 355 gran premi disputati, 224 podi, 64 Pole Position, 95 giri veloci. Valentino è l’unico motociclista sportivo ad aver vinto i mondiali nelle quattro classi differenti (125, 250, 500 e Moto GP) e detiene anche il record di presenze consecutive nel mondiale di motociclismo (228). Ha vestito le casacche di moltissime squadre, tra cui le più prolifiche sono quelle con l’Aprilia e la Honda, ma ha guidato anche la Ducati ed attualmente è in sella alla Yamaha.

Il contratto con la Yamaha e gli Sponsor del campione di Tavullia

Valentino Rossi attualmente è sotto contratto con la scuderia Yamaha Racing Team, con la quale ha un accordo rinnovato lo scorso anno per circa 7,5 milioni di euro a stagione fino al 2018 (nonostante abbia 39 anni, è il terzo centauro più pagato in MotoGp, dietro Jorge Lorenzo che la Ducati paga circa 12,5 milioni di euro all’anno e Marc Marquez che con la Honda riesce a spuntare quasi 9 milioni di euro a stagione). Ma il Dottore in tutti gli anni di carriera è stato un recordman anche sotto l’aspetto degli introiti: tra il 2005 e il 2010 Valentino avrebbe percepito tra ingaggi e sponsorizzazioni, tra i 25 e i 35 milioni di euro a stagione (dal 2000 al 2005 si sarebbe fermato a soli 10 milioni di euro circa) ottenuti anche grazie ad aziende top del settore come JX Nippon, Oil & Energy Corporation e Movistar, che investono diversi milioni di euro e quasi da sempre sono presenti sulle tute numero 46 del Dottore.

Altri introiti di Valentino e la VR46

Valentino Rossi è una vera icona del mondo delle corse e non solo, un testimonial che nel corso degli anni ha fatto gola a tantissime aziende che ne hanno voluto a tutti costi farne un riferimento. Nel corso della sua lunga carriera, Fastweb, Telecom e Tim (Comunicazioni), Nastro Azzurro (bibite), Repsol (petrolio), Ferrero (alimenti), Fiat e Opel (automobili), Monster AGV, Dainese, Pata e altre aziende ancora hanno riempito di euro il talento di Tavullia. Il Dottore poi nel 2009 ha fondato l’azienda VR46 (che prende il nome dalle sue iniziali e dal numero che da sempre utilizza durante le gare), che produce il suo merchandising in tutto il mondo (sfruttando anche i canali sociali dove raggiunge in totale oltre 3,5 milioni di seguaci) e che ottiene ogni anno fatturati che si aggirano intorno ai 15 milioni di euro anche grazie al fatto che nel corso degli anni diversi piloti si sono affidati alla sua azienda per la produzione di materiale pubblicitario e, non in ultimo, anche la Juventus ha deciso di affidare questo impegno alla Società di Valentino che, nel 2013 è diventato proprietario anche di un team sportivo (VR46-Sky) che corre in moto 3 e moto 2.

Insomma quanto guadagna Valentino Rossi?

Rossi purtroppo è incappato diversi anni fa in un problema con il fisco italiano che avrebbe contestato al campione di Tavullia compensi non dichiarati per quasi 60 milioni di euro, che sommati a sanzioni, interessi ecc avrebbero raggiunto oltre 110 milioni di euro. L’Attuale pilota della Yamaha, si difese dall’accusa spiegando che avendo in quel tempo (2000-2006) la residenza a Londra, le tasse venivano pagate al fisco inglese. Nonostante questo Vale patteggiò con l’Agenzia delle entrate la cifra di 35 milioni di euro. Ma questo incidente di percorso non ha fatto perdere al Dottore il titolo di sportivo italiano più ricco: secondo i report della rivista economica Forbes, Valentino incasserebbe in media 30-35 milioni di euro a stagione da quasi 15 anni che significa un patrimonio attuale di oltre 500 milioni di euro.

Send this to a friend