Contatti - Pubblicità - Collabora con noi - Privacy e Cookie Policy - Disattiva Notifiche Push

⚽️ SCARICA GRATIS L'APP DEI PROFESSIONISTI DEL FANTACALCIO

Serie A 2018/2019: 3 possibili sorprese da acquistare al Fantacalcio

Eusebio Di Francesco, Roma

L’appassionato di calcio medio (o fanatico, come nel mio caso) si trova in uno stato di attesa spasmodica ogni estate, dalla fine dei campionati a giugno fino al loro seguente inizio in agosto. Quest’anno per fortuna abbiamo potuto godere anche le partite del mondiale (ahimè, purtroppo però vinto dai nostri tanto odiati cugini d’oltralpe) che ci hanno permesso di sopravvivere un po’ più a lungo senza il nostro pane quotidiano di gol, highlights e chiacchiere da bar.

Anche perché oltre al mero tifo e al piacere di vedere le partite, noi appassionati di calcio abbiamo perlomeno altri 2 motivi per amare questo gioco unanimemente ritenuto il più seguito, il più ricco e il più emozionante sport al mondo: le scommesse e il fantacalcio. Le prime sono una prerogativa ormai di qualunque appassionato di calcio che si rispetti, creando intorno a sé un mondo di aneddoti, storie di grandi vincite e incredibili schedine perse, come sempre, per un solo gol. La legge di Murphy trova la sua più completa applicazione nelle schedine: l’ultima partita è l’unica che può farti perdere la bolla? Hai un over o un multigol? Puoi puntare sul risultato fisso 0-0 perché stai certo che finita così.

Il fantacalcio invece ha tutti i connotati di cui sopra, però comporta generalmente un minore esborso di denaro e una competitività assai più alta dato che il nemico da battere e da prendere in giro non si chiama SNAI, Eurobet o Better, ma sono i tuoi amici che probabilmente vedi tutti i giorni.

Nato negli anni duemila come imitazione per il calcio del fantagioco sul baseball a stelle e striscie, il fantacalcio ormai ha raggiunto un grado di popolarità inaudito, tant’è che quasi ogni maschio che si rispetti e segua il calcio è pressoché tenuto a giocare almeno in una lega (se non di più: personalmente la scorsa stagione ne ho fatti ben 4 contemporaneamente. Fidatevi: non superate mai i tre).

Quest’anno il Fanta si promette ancora più combattuto che mai, riflesso di una Serie A che finalmente sta pian piano tornando ai fasti delle sette sorelle degli anni ’90. Bundesliga, Ligue 1 e Liga ormai hanno perso il fascino che potevano avere, di gran lunga superati da un punto di vista mediatico, economico e qualitativo dal nostro caro vecchio campionato. Solo la Premier forse ci supera ancora per un motivo prettamente economico (le cifre del campionato inglese che prendono anche solo i club più piccoli sono quasi pari alle prime del nostro campionato) ma abbiamo speranze di tornare in futuro ad avere la migliore lega calcistica d’Europa. Il trasferimento dell’estate di Ronaldo alla Juventus ha riaperto la popolarità del campionato, come dimostrano il caso di Modric che potrebbe venire all’Inter oppure il fatto che Higuain abbia preferito restare in Serie A al Milan piuttosto che andare a giocare in Premier League.

Su chi puntare quest’anno?

Ciò detto però tutto questo non fa altro che regalare ai fantallenatori tanti nomi nuovi e di spicco su cui puntare per la nuova annata che si spera sia migliore della precedente (tranne per i primi della passata stagione, a loro basterebbe ripetersi, sebbene al fantacalcio sia molto difficile vincere per 2 anni di fila).

Tuttavia in questo articolo non vogliamo parlare dei soliti colpi noti de Fanta, perché dire che prendere all’asta Higuain, Icardi, Ronaldo o Dzeko sarebbe troppo facile. Cerchiamo di individuare almeno 3 colpi di basso profilo (potremmo chiamarli i parametri zero alla Galliani) che possono poi incidere nel corso della stagione con gol, assist o bonus vari.

Justin Kluivert

Il primo che ci è venuto in mente corrisponde anche a quello più scontato: Justin Kluivert, approdato alla Roma dall’Ajax a soli 19 anni, pupillo di Monchi che ci ha abituato a colpi del genere, può essere il Cenzig Under di quest’anno. Anche il turco l’anno scorso non partí titolare, ma a partire da gennaio si conquistó il posto a suon di gol, arrivando anche a segnare in Champions contro lo Shaktar e segnando per 3 partite consecutive. Kluivert parte più o meno dalla stessa base: giovane, veloce e adatto al modulo offensivo di Di Francesco che predilige il lavoro degli esterni nel 4-3-3 che lavorano per la punta centrale, Dzeko, nonostante Schick potrebbe iniziare a lavorare come alternativa prima punta quest’anno.

Duvan Zapata

Il secondo colpo a sorpresa che ci viene da consigliare a tutti i nostri amici amanti folli di questo gioco appassionante e snervante allo stesso tempo corrisponde al neo acquisto dell’Atalanta Duvan Zapata, anche se difficilmente riuscirete a strapparlo davvero a poco. L’Atalanta di Gasperini ormai è una squadra rodata e in grado di dare filo da torcere a tutte le squadre, sia quelle di bassa classifica che ormai batte abbastanza in scioltezza, sia quelle sulla carta molto più forti (la scorsa stagione vinse con la Roma, pareggiò con la Juventus e vinse 2-0 a San Siro col Milan, per dire). Dunque il nuovo potente innesto d’attacco rappresenta un sicuro colpo da almeno 10-12 gol annuali dato che l’Atalanta comunque segna tanto e Zapata già l’anno scorso alla Sampdoria e quello prima all’Udinese ha dimostrato di poter timbrare spesso il cartellino, e persino in squadre nettamente meno forti dell’Atalanta di quest’anno.

Dopo questi due colpi che forse potevano apparire scontati (ma d’altronde le sorprese più grandi sono spesso quasi impronosticabili, come Mertens centravanti 2 stagioni fa), il terzo ed ultimo consiglio si manterrà su un profilo più basso e che non in molti all’asta probabilmente vi contenderanno dati i grandi nomi disponibili.

Joaquín Correa

La Lazio ci ha abituato con Inzaghi ad essere la squadra più prolifica della Serie A: l’anno scorso chiuse il campionato col miglior attacco di tutti, oltre 120 reti segnate, sebbene la difesa invece non fosse comparabile. Ricordiamo quelle partite che finivano con oltre 6 reti di scarto contro le squadre di bassa classifica, come la Spal quest’anno o il Sassuolo o ancora il Pescara l’anno precedente (poker di Parolo, giornata indimenticabile per un fantallenatore che l’avesse schierato quella volta). Perciò non sottovaluterei il neo acquisto laziale Correa, arrivato dal Siviglia per sostituire la partenza di Felipe Anderson. Certo, Luis Alberto e Milinkovic partono favoriti rispetto a lui, però con i moduli iper offensivi di Inzaghi non è detto che non possa trovare spazio o come sostituto (data anche la gran quantità di partite che la Lazio affronterà avendo anche l’Europa League) o giocando addirittura con loro in campo in un ipotetico 3-4-2-1 con Correa e Luis Alberto dietro Immobile.

Siamo ben consci che questi consigli non sono che una minuscola parte di tutti i ragionamenti che farete in vista delle imminenti aste fantacalcio precampionato. Ricordatevi che si tratta pur sempre solo di un gioco e quindi non c’è motivo di arrabbiarsi in caso di sconfitta oppur…

Ok, no neanche noi ci crediamo a dire una cosa così sportiva e palesemente falsa come questa: andate là fuori e rifilate un po’ di pere ai vostri amici. E mi raccomando, evitate di farvi difesa e centrocampo del Parma più Cristiano Ronaldo: fidatevi che non basta.

Il miglior gruppo Facebook dedicato al Fantacalcio ⚽️

⚠️ Hai dubbi sulla formazione da schierare o sui giocatori da comprare all’asta? Unisciti al nostro nuovo gruppo Facebook, una community di appassionati ti aiuterà a fare le scelte giuste!
SEGUI CONSIGLI FANTACALCIO SU FACEBOOK     
Ti è piaciuto l’articolo?
[Voti: 13    Media Voto: 4.4/5]
Correzioni, suggerimenti o commenti? Contattaci
+

Send this to a friend