100€ 130% _30€
160€ 515€ 305€

Champions League 14 Marzo: Statistiche e Pronostico Juventus-Porto

Bottadiculo

Tutto pronto a Torino per la sfida di ritorno valida per la qualificazione ai quarti di Champions League che vedrà di fronte i bianconeri e il Porto dell’allenatore Espirito Santo. La Juventus parte dal convincente 2-0 della gara d’andata e potrà contare proprio sul fattore Juventus Stadium, dove non perde da ben 20 partite. In caso di vittoria, la squadra di Max Allegri raggiungerà questo livello della competizione per la terza volta negli ultimi sette anni, la decima in assoluto.

Un uno-due pazzesco quello che ha deciso la gara d’andata e ha dimostrato le capacità di lettura di Allegri e la sua abilità nello scegliere i cambi giusti. Sono stati, infatti, proprio i subentrati nel secondo tempo Marko Pjaca (al primo gol in carriera con la Juve) e Dani Alves a fissare il risultato e a condannare un Porto che ha giocato tre quarti di partita in dieci per l’espulsione di Telles.

Servirà proprio una prestazione “monstre” ai portoghesi per ribaltare un pronostico che i bookmaker come BetStars, che quotano la vittoria dei bianconeri a 1,67, il pareggio a 3,70 e il trionfo lusitano a 5,50, ritengono già chiuso. Bookmaker convinti anche dai precedenti della storia della Champions che ha visto solo in due casi ribaltare un risultato simile a quello dell’andata: nelle semifinali del ’95/96 tra Ajax e Panathinaikos e negli ottavi del 2010/11 che videro l’Inter perdere il primo match in casa contro il Bayern Monaco per poi vincere 3 a 2 in Germania.

Precedenti e statistiche

Esclusa l’andata, sono 3 i precedenti tra Juventus e Porto nella storia delle competizioni europee. Il primo è quello della finale di Coppa delle Coppe 1984 in cui i bianconeri si imposero per 2 a 1, mentre gli altri due risalgono alla fase a gironi di Champions del 2001/02 in cui la squadra di Torino pareggiò in trasferta e vinse in casa per 3 a 1. Bilancio sempre positivo nelle partite già giocate contro squadre portoghesi: 12 sfide con sei vittorie, due pareggi e 4 sconfitte, tutte arrivate contro il Benfica. I due volte vincitori della Champions del Porto, invece, cercheranno di raggiungere la settima presenza ai quarti di finale della competizione, nonostante i precedenti poco incoraggianti con le italiane parlino chiaro: appena 4 vittorie, 3 pareggi e 6 sconfitte in 13 partite. 

Le probabili formazioni

Poche sorprese nelle probabili formazioni per la gara di ritorno. Allegri sembra deciso a puntare di nuovo sul 4-2-3-1 che sta portando risultati e bel gioco sia nelle coppe che in campionato. Difesa a 4,  con Buffon che si troverà davanti Lichtsteiner, il “perdonato” Bonucci, relegato in tribuna all’andata per problemi disciplinari e Barzagli, al momento in vantaggio su Chiellini alle prese con noie fisiche. A completare il reparto arretrato, il sempre più convincente Alex Sandro. In mediana ancora spazio per Khedira e Pjanic, incalzati da uno scalpitante Marchisio. Trequartisti e centravanti confermati in blocco: Cuadrado, Dybala, Mandzukic e Higuain sembrano sempre più intoccabili. Occhio, però, alla possibile sorpresa Pjaca, già mattatore della gara d’andata.

Dubbi maggiori per Espirito Santo, indeciso sulla conferma del suo classico 4-4-2 o sulla scelta di un modulo più offensivo. Di sicuro mancherà lo squalificato terzino ex-Inter Alex Telles sulla fascia sinistra di una retroguardia che dovrebbe vedere confermati Casillas, Maxi Pereira, Ruben Neves e Marcano. Centrocampo a 4 con Neves, Danilo, Herrera e Brahimi. Attacco pesante con i due bomber Soares e André Silva. In caso di passaggio a un più spregiudicato 4-3-3, Brahimi occuperà una delle due fasce del reparto offensivo.

Sarà una partita speciale, infine, per Alex Sandro che dal 2011 al 2015 ha militato proprio tra le file dei “Dragoni” vincendo due volte il campionato portoghese.

Leggi anche

Send this to a friend